CIMITERO PER ANIMALI D’AFFEZIONE AD AVEZZANO, DOPO LUNGHISSIMO ITER SI È IN DIRITTURA D’ARRIVO

AVEZZANO – Si conclude definitivamente la procedura amministrativa per la nascita del cimitero degli animali d’affezione ad Avezzano, come da Atto del Commissario N°. 60 C del 26/11/2019

Il comune avendo nella sua disponibilità un’area di 5000 mq, nei pressi del cimitero di Antrosano, nell’atto stabilisce che i Dirigenti dei Settori preposti della Struttura Strategica e della Polizia Locale, possono procedere  procedere alla progettazione, costruzione e gestione del cimitero per animali d’affezione sulla particella n.737 del foglio n.93, mediante ricorso all’art. 18 (Finanza di Progetto), comma 15, del D.Lgs. n.50/2016,nella stessa delibera si stabilisce  di ritenere opportuno e maggiormente conveniente procedere ad un affidamento in concessione del servizio, attraverso specifico bando ad evidenza pubblica; – di voler dare attuazione, per la realizzazione dell’intervento in oggetto. Lo stesso bando, il cui schema sarà sottoposto all’approvazione della Giunta Comunale, andrà comunque ad individuare: requisiti tecnici, costruttivi e organizzativi dell’intervento (contenuti qualitativi, soluzioni tecniche e gestionali);  eventuale variante urbanistica al P.R.G. vigente, ai sensi dell’art. 19 del D.P.R. 327/2001

Già la deliberazione di Consiglio n.35/2019, mise  in evidenza: – di ritenere opportuno e maggiormente conveniente procedere ad un affidamento in concessione del servizio, attraverso specifico bando ad evidenza pubblica; – di voler dare attuazione, per la realizzazione dell’intervento in oggetto, salvo diverse indicazioni da parte del Sindaco e degli Assessori al Patrimonio e alla Polizia Locale, ai seguenti atti:  bando ad evidenza pubblica che terrà prevalentemente conto della proposta progettuale e dell’offerta economica. Lo stesso bando, il cui schema sarà sottoposto all’approvazione della Giunta Comunale, andrà comunque ad individuare: requisiti tecnici, costruttivi e organizzativi dell’intervento (contenuti qualitativi, soluzioni tecniche e gestionali);  eventuale variante urbanistica al P.R.G. vigente, ai sensi dell’art. 19 del D.P.R. 327/2001.

Breve storia sintetizzata nel   DPD/11/2017 del 7-3-2017 GIUNTA REGIONALE D’ABRUZZO avente come    OGGETTO: L.R. N. 25/88 – ARTT. 6 E 8. COMUNE DI AVEZZANO (AQ) REINTEGRA, MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D’USO ED EVENTUALE CONCESSIONE IN USO DI TERRE CIVICHE: CIMITERO PER ANIMALI D’AFFEZIONE.

 È bene ricordare che:

– con nota del 04/08/2016, prot. n.39732, acquisita agli atti in data 27/09/2016, prot. n. RA0052654/16, in esecuzione della Deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 22/07/2016, il Comune di Avezzano ha richiesto la reintegra, il mutamento di destinazione d’uso e l’eventuale concessione del terreno di natura demaniale civica, sito in Comune di Avezzano e distinto al N.C.T. al foglio di mappa n. 93, particella n. 737 (ex particella n.33);

– con nota del 12/11/2015 acquisita dal Comune di Avezzano in data 25/11/2015, prot. n. 50083 i Sigg. Tiburzi Giuseppe, Tiburzi Maria, Iucci Mariangela e Iucci Cinzia abusivi occupatori della particella n. 33, foglio di mappa n. 93, Comune di Avezzano, hanno effettuato il rilascio bonario della stessa per la parte soggetta a vincolo conformativo cimiteriale (Comune di Avezzano, foglio di mappa n.93, particella n. 737);

– con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 22/07/2016 il Comune di Avezzano ha inoltre deliberato: a)che il cimitero per animali d’affezione persegue finalità di pubblica utilità e pertanto non va corrisposto alcun canone o corrispettivo per l’utilizzo dell’area; b)che al termine della procedura di mutamento di destinazione d’uso dell’area il preposto Settore, con separato provvedimento, provvederà all’attivazione del relativo progetto, ovvero all’eventuale concessione della stessa per il raggiungimento delle finalità prefissate dall’Amministrazione comunale;

– il comune di Avezzano ha inoltre deliberato: a)che il cimitero per animali d’affezione persegue finalità di pubblica utilità e pertanto non va corrisposto alcun canone o corrispettivo per l’utilizzo dell’area; b)che al termine della procedura di mutamento di destinazione d’uso dell’area il preposto Settore, con separato provvedimento, provvederà all’attivazione del relativo progetto, ovvero all’eventuale concessione della stessa per il raggiungimento delle finalità prefissate dall’Amministrazione comunale.

Annunci