ANCORA DA AFFIDARE LA GARA D’APPALTO PER LA MANUTENZIONE DEGLI IMMOBILI E IMPIANTI ASL1

La Commissione di Vigilanza della Regione Abruzzo nella giornata del 5 dicembre 2019 ha audito le parti sociali (Camera del Lavoro CGIL , FIOM-CGIL, FILLEA-CGIL, FILCAMS-CGIL e FIM-CISL) in relazione alle procedure di gara per l’affidamento delle manutenzioni nell’ambito della ASL 1 di Avezzano – Sulmona – L’Aquila.

Tra i convocati anche il Direttore Generale della ASL 1 dott. Roberto Testa.

Alla presenza dei componenti della Commissione e dei Consiglieri Regionali, nel corso della riunione è emerso che la gara di appalto per l’affidamento del servizio di manutenzione non è ancora stata avviata, mentre il capitolato sarebbe in fase di definizione.

Posto che la salute delle persone passa anche per la corretta ed efficiente manutenzione degli immobili  e degli impianti della ASL e che ciascun cittadino contribuisce attraverso il versamento delle tasse a sostenere l’intero servizio sanitario, le parti sociali hanno evidenziato le attuali incertezze riguardo allo stato giuridico delle aziende affidatarie delle manutenzioni, nonché le difficoltà dei lavoratori addetti alle operazioni di conservazione della funzionalità e dell’efficienza di impianti e immobili,  riconducibili alle diverse tipologie contrattuali applicate e ai problemi dovuti all’avvicendamento negli ultimi due anni di diversi soggetti imprenditoriali in qualche caso coinvolti in procedure concorsuali.

Le organizzazioni sindacali presenti alla riunione hanno altresì sottolineato la necessità di addivenire a una assegnazione dell’appalto di manutenzioni che traguardi un arco temporale congruo e non solo di qualche mese, nonché l’opportunità di superare la logica della frantumazione su diversi soggetti imprenditoriali dell’attività alla base di una regolare funzionalità ed efficienza di impianti e immobili sia a vantaggio di una migliore qualità del servizio al cittadino sia a garanzia di un più stabile quadro occupazionale.

I sindacati hanno poi rappresentato le criticità del personale precario in forza alla ASL 1, sollecitando la definizione di un piano di sviluppo occupazionale in vista dell’annunciato riordino sanitario.

Il Direttore Generale dott. Testa si è impegnato a produrre una nota per descrivere il cronoprogramma che condurrà alla pubblicazione della gara per l’affidamento delle manutenzioni nell’ambito della ASL 1 e a realizzare un coinvolgimento fattivo delle parti sociali al fine di salvaguardare i livelli occupazionali, salariali e professionali.