LA VERITÀ SUI TAGLI ALLA SANITÀ ABRUZZESE MARSILIO: “TROVATI DEBITI PER 78 MILIONI DI EURO”

COMUNICATO STAMPA

L’AQUILA – All’indomani delle dichiarazioni del vice presidente M5S del consiglio regionale, Domenico Pettinari, inerenti i circa 78 milioni di euro di tagli sulla Sanità abruzzese previsti nel Programma operativo 2019/2020 – afferma Lucia Ottavi (FI) – “mi sento in dovere di sottolineare l’assoluta delusione da me provata verso un’opposizione capace solo di raccontare bugie per il semplice gusto di farlo. La verità è un’altra, ed i nostri rappresentanti del movimento 5 stelle lo sanno benissimo. Ammetto, anch’io ci ho creduto ed è per questo che sono qui oggi a riportare le dichiarazioni del Presidente Marco Marsilio su questa vicenda che riveste carattere generale e che coinvolge tutti noi.

Ho sempre pensato negli anni passati – prosegue la Dottoressa Ottavi – durante altre amministrazioni regionali, che c’era qualcosa che non mi convinceva nel modus operandi di chi, memore di un passato discutibile, annunciava grandi cambiamenti aleatori. Oggi vi dico che avevo ragione, i miei dubbi erano fondati. I tagli di cui parla Pettinari sono in realtà i “DEBITI del sistema sanitario lasciati in eredità all’attuale governo regionale”.

Mi chiedo, a questo punto, il nostro rappresentante pentastellato ha saltato un po’ di pagine del piano sanitario prima di scrivere il comunicato stampa? Difficile dare una risposta a questa domanda. Comunque, la verità sulla situazione sanitaria regionale mi è stata raccontata, carte alla mano, dal nostro Presidente Marsilio. ”

E’ una notizia falsa – dichiara il presidente della Regione Abruzzo– Abbiamo trovato DEBITI nelle Asl e nella spesa sanitaria per 78 milioni di euro, che siamo obbligati a recuperare per pareggiare i bilanci. Lo stiamo facendo risparmiando sui costi dell’acquisto di beni e servizi, con l’Attivazione dell’Agenzia per la Committenza (colpevolmente lasciata ferma dalla precedente Giunta). Solo per fare un esempio, sulla spesa per i farmaci risparmieremo diversi milioni grazie all’acquisto centralizzato. Quindi, gli abruzzesi avranno le stesse medicine ma ad un costo minore (e più congruo). Non come dice Pettinari ‘meno medicine’ ”.

Con queste poche righe Marco Marsilio pronuncia parole che non avremmo mai voluto sentirci dire, il nuovo piano sanitario regionale è partito con 78 milioni di euro di debiti. A chi toccherà “mettere pezza”? Sempre a noi cittadini!

Non resta che augurare – conclude Lucia Ottavi – al Presidente Marsilio e alla sua Giunta buon lavoro per tutto quanto resta da fare a difesa della sanità abruzzese, nonostante la disastrosa situazione trovata al loro insediamento. Invito il Vice Presidente Pettinari, nella logica del gioco delle parti, a fornire un’informazione corretta ed a svolgere un’opposizione costruttiva.”

Il diritto alla salute non si tocca. Chi lo ha fatto non verrà dimenticato. Noi siamo Abruzzesi.