I GEMELLI-ATTORI AVEZZANESI ALESSANDRO E SIMONE CIANFARANI SULLA CRESTA DELL’ONDA: PICCANTI SUL SET ED IMPRENDITORI NELLA VITA

AVEZZANO –  Sovente, con quel tocco di internazionalità che non farebbe certamente male alla loro carriera cinematografica, li chiamano “I Twins”, ma per la stragrande maggioranza di fans, seguaci e spettatori di un certo genere cinematografico sono più semplicemente i gemelli Cianfarani di Avezzano.

Alessandro e Simone per l’esattezza, ovvero gli splendidi fratelli omozigoti trentenni che da qualche anno sono assurti alla ribalta nazionale ed estera per essersi fatti notare, ammirare ed apprezzare su alcuni set a luci rosse.

Avviati alla carriera nientemeno che da Rocco Siffredi e dalla sua accademia ungherese di Budapest, i gemelli marsicani dell’hardcore, hanno all’attivo già una ventina di film. Eppure tutto è iniziato quasi per gioco. Qualche anno fa infatti, i fratelli Cianfarani, da sempre attratti dalle goliardiche gesta del Rocco internazionale, si recarono a Roma proprio per conoscere il loro idolo: l’ortonese Rocco Tano in arte Rocco Siffredi.

Il provino andò molto bene e non solo dinanzi alle telecamere. I due marsicani convinsero da subito il patron Siffredi per la loro genuinità e spontaneità e diciamo anche per la loro innata… “ars amatoria”.

Da quel momento per i due attori è iniziata l’escalation: dapprima gli studi e la formazione nell’accademia di Rocco Siffredi a Budapest (città nella quale il noto attore, regista e produttore abruzzese vive e lavora da anni). Dopo due anni di preparazione, provini e video alla corte di super Rocco, per i gemelli Cianfarani, è arrivato un primo riconoscimento ufficiale, attribuito dalla stessa accademia ungherese: il “Super Nasti Twins”.

Da allora, sempre nella splendida capitale ungherese, il primo film girato accanto a Malena nel 2016 e, visti i risultati, l’anno successivo un secondo video sempre con Malena (nota star del genere). I gemelli marsicani “unici al mondo” per la loro passione hard, dopo lo sdoganamento ungherese, hanno mosso i primi importanti passi anche in Italia: ospitate in Tv, ancora film e perfino la vittoria di una puntata del programma televisivo di canale 5 “Ciao Darwin”, dedicata (neanche a dirlo), al perenne dissidio “carne contro spirito”! Lo scorso ottobre, i gemelli Cianfarani hanno assaporato anche la gloria del celebre e chiacchierato salotto televisivo di Barbara D’Urso. La regina delle reti Mediaset, dedicando una puntata di “Live, non è la D’Urso”, al tema delle passioni che agitano l’animo umano, ha voluto accanto a sé, oltre a Siffredi, anche i marsicani Alessandro e Simone Cianfarani. Anche dalla Barbarella nazionale, cosi com’era avvenuto in altre occasioni, è nuovamente e giustamente emerso che i due giovani attori a luci rosse, sono anzitutto due imprenditori di successo, contitolari insieme al papà, di una nota azienda per la lavorazione del marmo a Luco dei Marsi.

Inoltre, una bella novità attende i due marsicani in questi primi giorni del 2020: appena dopo l’Epifania, sul noto settimanale di gossip e curiosità Novella 2000, sarà pubblicato un ampio servizio fotografico con intervista ai due portentosi gemelli. Il servizio sarà firmato direttamente dal direttore del giornale, l’arci noto giornalista ed opinionista televisivo Roberto Alessi. In definitiva, un bilancio più che positivo fin qui per “I Twins” Cianfarani che ovviamente mirano a fare ancor di più e meglio nell’immediato futuro.

“Le esperienze fin qui vissute sono state tutte davvero bellissime, formative e gratificanti – dichiarano entusiasti Alessandro e Simone Cianfarani – di primo acchito potrà sembrare strano, ma il set ci ha insegnato ancora di più l’amore per le donne che vanno anzitutto rispettate e poi stimate ed amate. Ciò che deve scattare fra la donna e l’uomo è si la classica scintilla, ma ad accendersi in egual misura, devono essere mente, cuore e corpo”.  Insomma, cosi come cantavano Mina e Cocciante qualche anno fa, sul set come nella vita è pur sempre una ‘questione di feeling’.

 “Ciò che abbiamo ugualmente notato inoltre – continuano i gemelli Cianfarani – è un pregiudizio generalizzato che ancora aleggia sull’universo del porno. Eppure in Italia, come in molti altri Paesi del mondo, ci sono centinaia di migliaia di appassionati e di fruitori ma tutti rigorosamente di nascosto”.

I due giovani attori marsicani attualmente, collaborano con alcuni noti manager ed agenti televisivi.

Pur restando ben saldi e con fierezza nella nostra storica azienda di famiglia – concludono i fratelli Cianfarani, imprenditori del marmo e attori – continueremo a valutare altre proposte artistiche e cinematografiche e per questo ringraziamo moltissimo gli amici agenti televisivi e di spettacolo che molto professionalmente ci stanno seguendo e che vorranno farlo nel futuro. Cogliamo l’occasione infine, per ringraziare quanti, fin dall’inizio di questa nostra particolare avventura, ci sono stati vicino lealmente ed affettuosamente”.