CALCIO. IL CELANO E L’AVEZZANO NON SI FERMANO, LE DUE FACCE DELLE STESSA MEDAGLIA. IL PESCARA RIPARTE CON UNA SCONFITTA

AVEZZANO – Nella nostra Marsica ci sono due realtà che in questo momento viaggiano con costanza inversamente proporzionale, una al top l’altra al flop.

Al di là del gioco di parole, nella giornata di ieri abbiamo assistito all’ennesimo show del Celano che si è imposto sul campo del Fontanelle con il risultato di 4-1 andando in rete con doppietta di Mancini e reti di Di Gaetano e Severini.

A questo punto della stagione le sole 7 lunghezze di distanza dal quinto posto che significherebbe play-off inducono evidentemente a sognare.

Diametralemente opposto è l’umore in casa dei biancoverdi che sul campo di Vastogirardi subiscono 2 reti entrambe sui finali di frazione di gioco concludendo la partita a 2-0 e restano, ironia della sorte, a 7 punti dalla quota salvezza con 22 punti.

Non sappiamo quale sia la cura per squadra, ne se si fara ancora in tempo a farmare la caduta libera, quel che sappiamo e che bisogna fare qualcosa e subito.

Nel resto del programma di questa giornata n. 20 spiccano la sconfitta del Chieti per 5-0 in casa contro il Porto S.Elpidio ed il blitz del Pineto corsaro sul campo della Sanguistese.

Prosegue anche la corsa solitaria in vetta del Notaresco che si impone a Jesi per 2-0.

Ricomincia male anche il Pescara di mister Zauri che allo stadio Adriatico viene sconfitto per 2-1 dalla Salernitana.

Uno-due di Djuric praticamente letale che Maniero dimezza al 62, risultato che non cambiera più fino al triplice fischio. A quota 30 punti che ad oggi sarebbe zona play off non è lontana, ma urge cambio di passo e continuità di risultati.