SEI BORGHI AUTENTICI NOMINATI AMBASCIATORI NAZIONALI, SANTE MARIE PREMIATA PER VIRTUOSITÀ E CAPACITÀ DI VALORIZZARE IL TERRITORIO

Si è svolta lo scorso 16 gennaio a Palazzo Madama la consegna ufficiale dei riconoscimenti che premiano virtuosità e capacità di valorizzazione territoriale, turistica e culturale

La prestigiosa Sala Koch di Palazzo Madama ha fatto da palcoscenico, giovedì 16 gennaio scorso, alla cerimonia ufficiale di consegna del Premio 100 Ambasciatori Nazionali.

Un momento di incontro e di riflessione organizzato dall’Associazione Liber in collaborazione con la casa editrice RDE, volto a gratificare l’impegno e le azioni innovative di aziende, Comuni ed Enti nella cultura, nel turismo, nella salvaguardia ambientale, nell’etica, nella difesa delle tradizioni e nella valorizzazione delle eccellenze, con uno sguardo sempre rivolto al progresso.

Tra le cento realtà premiate, ben sei Comuni aderenti alla rete dei Borghi Autentici d’Italia, a testimonianza di una visione associazionistica condivisa, attuale e lungimirante. Diversi i territori premiati e analogamente differenti le motivazioni individuate dalla Giuria presieduta da Carlo Verdone.

Per Bassiano (LT), ad esempio, è stato lo stesso Verdone a sottolineare il forte respiro culturale da sempre esercitato dalla comunità bassianese, patria non a caso del celebre umanista Aldo Manuzio.

Fara San Martino (CH), invece, sono stati riconosciuti gli sforzi profusi nel campo della promozione ambientale e artistica, con la creazione del nuovo centro di documentazione sul fiume Verde e la realizzazione delle opere di tutela volte ad agevolare la fruizione del Monastero di San Martino in Valle e delle caratteristiche Gole.

La promozione del settore florovivaistico, con l’uso di piante e fiori recisi come mezzo di comunicazione emozionale e di espressione artistica, ha invece consentito al Comune di Leverano (LE) di distinguersi a livello nazionale, analogamente al corregionale borgo di Peschici (FG), premiato per la realizzazione del progetto “Peschici presidio di cultura”, finalizzato a difendere le radici e le identità del territorio.

Il Cammino dei Briganti (oggi tra i più amati e frequentati d’Italia), ha viceversa consentito l’affermazione del Comune di Sante Marie (AQ). Soddisfatto in tal senso il Sindaco Lorenzo Berardinetti: “Questo importante riconoscimento è frutto di un lungo lavoro sinergico portato avanti da anni e sono particolarmente orgoglioso che sia stato proprio un percorso di oltre 100 chilometri a far diventare il nostro Comune un ambasciatore nazionale”.

Sorradile (OR), infine, il plauso dell’intera Giuria per la serrata lotta intrapresa contro i cambiamenti climatici, con diverse azioni volte alla tutela del paesaggio, degli animali e dei cittadini e altrettante iniziative finalizzate a salvaguardare la biodiversità e a promuovere l’economia circolare.

Una giornata importante per i comuni e per l’Associazione in generale, insomma, effige di … territori e comunità che ce la vogliono fare.