GIOVANNI GIARDINO LASCIA IL CONSIGLIO REGIONALE PER IL TAR ABRUZZO

L’AQUILA – Giovanni Giardino lascia il Consiglio regionale dell’Abruzzo per trasferirsi al Tar Abruzzo sede di L’Aquila dove verrà assunto a tempo indeterminato nei ruoli della Magistratura Amministrativa in qualità di Magistrato Referendario di Tribunale Amministrativo regionale.

Questa mattina a Palazzo dell’Emiciclo l’ormai ex Direttore ha voluto festeggiare il suo ultimo giorno di lavoro con un saluto al vertice politico, amministrativo e tutti i dipendenti del Consiglio regionale. Giovanni Giardino è pescarese, classe 1974, e si è laureato in Giurisprudenza a Teramo. In Consiglio regionale ha ricoperto diversi ruoli dirigenziali, dal Servizio Legislativo a quello degli Affari Istituzionali ed Europei, poi dirigente dell’Autorità Indipendenti, nel mezzo della carriera anche la nomina di Responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza dell’Ente regionale. Da ultimo la nomina del 3 dicembre 2019 a  Direttore della Direzione “Affari della Presidenza e Legislativi” del Consiglio regionale dell’Abruzzo.

Per il Presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri :”Il Consiglio regionale perde una delle sue migliori professionalità per metterla al servizio di altre ed importanti amministrazioni dello Stato. E’ il segnale che a Palazzo dell’Emiciclo vi sono competenze importanti  e che questo è un luogo in cui poter crescere ed affermarsi dal punto di vista lavorativo. A Giovanni vanno gli auguri miei e di tutta l’Assemblea legislativa per il prosieguo della sua carriera e lo ringraziamo per il lavoro svolto con passione e dedizione in questi anni.”