CONIUGI MUOIONO PER ESALAZIONI DA MONOSSIDO DI CARBONIO A LUCO DEI MARSI

Ad ucciderli una stufetta a gas rimasta accesa in camera da letto

LUCO DEI MARSI – Una tragedia quella che si è consumata nella notte nel paese marsicano. I coniugi Angelo Venditti, 91 anni, e Caterina Spera, 88 anni, sono morti intossicati dalle esalazioni da monossido di carbonio.

A causarle una stufetta a gas tenuta accesa in camera da letto probabilmente per scaldarsi.

La scoperta è stata fatta questa mattina dai parenti, preoccupati dal fatto che i due anziani non rispondessero né al telefono né al campanello di casa.

Sul posto sono intervenute le Forze dell’ordine della locale stazione dei Carabinieri, i Vigili del fuoco di Avezzano e il medico legale del 118 che, però, non ha potuto far altro che constatare il decesso di entrambi.

Non essendo necessaria alcuna autopsia, le salme sono state messe a disposizione dei due figli e dei parenti della coppia in attesa che vengano svolti i funerali.

Gli anziani vivevano da soli in una villetta in zona “Cunicella” ed erano molto conosciuti a Luco dei Marsi, anche perché Angelo Venditti era stato proprietario, per anni, delle concessionarie Citroen ad Avezzano e a L’Aquila.