LA CONFESERCENTI OFFRE IL SERVIZIO PER LA RICHIESTA INDENNITA’ 600 EURO PARTITE IVA

ABRUZZO – La Confesercenti Abruzzo – Sede di Avezzano, attraverso il suo Patronato Epasa-Itaco, offre il servizio per la presentazione delle pratiche necessarie a richiedere l’indennità di 600 euro prevista dal Decreto “Cura Italia” (n. 18/2020).

Queste indennità, previste dagli artt. 27, 28, 29, 30 e 38 del D.L. , nei limiti delle risorse stanziate dal Governo, spettano in particolare alle seguenti categorie:

1.      Liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi (art. 27);

2.      Artigiani, Commercianti, Coltivatori diretti, coloni e mezzadri, iscritti alle gestioni speciali dell’AGO (art. 28);

3.      Lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali (art. 29);

4.      Lavoratori agricoli (art. 30);

5.      Lavoratori dello spettacolo (art. 38).

Le indennità non sono tra esse cumulabili e non sono riconosciute ai percettori di reddito di cittadinanza.
Riferendosi ai lavori autonomi,  possono aver diritto ai 600 euro non solo i titolari d’impresa, ma anche i collaboratori, purché con obbligo di iscrizione alla gestione speciale AGO artigiani, commercianti, CD/CM, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme obbligatorie, ad eccezione della Gestione Separata.

Si ricorda che chi lo desidera, potrà personalmente e autonomamente inoltrare telematicamente all’INPS la richiesta, previa domanda di accreditamento presso l’Istituto.

Per coloro che intendono avvalersi della nostra assistenza, tramite il Patronato EPASA-ITACO del sistema CONFESERCENTI ABRUZZO, abbiamo attivato il servizio per la predisposizione e invio delle domande, a partire da domani, 1 Aprile, giorno di apertura della piattaforma dedicata da parte dell’INPS. E possibile contattarci ai seguenti recapiti: 347.9548127 (Solidea D’Alanno)  –  349.2669699 (Carlo Rossi)  –  Mail: avezzano@confesercentiabruzzo.it

Comunicaci il tuo indirizzo di Posta Elettronica e ti inviamo la modulistica necessaria per richiedere l’indennità.

COMUNICATO STAMPA