IL CONSIGLIO COMUNALE DI CELANO DELIBERA ALL’UNANIMITÀ 200.000 EURO A FONDO PERDUTO A SOSTEGNO DI ATTIVITÀ COMMERCIALI AL DETTAGLIO, ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE, ATTIVITÀ INERENTI SERVIZI ALLA PERSONA

CELANO – Il consiglio comunale di Celano delibera all’unanimità 200.000 euro a fondo perduto a sostegno di:
attività commerciali al dettaglio, attività dei servizi di ristorazione, attività inerenti servizi alla persona.

Il Sindaco Santilli durante il Consiglio Comunale straordinariamente convocato, ha ringraziato tutti i consiglieri comunali di maggioranza ed opposizione per la maturità, la responsabilità e la collaborazione con le quali è stato affrontato questo primo periodo emergenziale, invitando a non abbassare la guardia proprio ora.

Ci è sembrato doveroso, giusto e corretto dunque, che questo sostegno economico di aiuti non fosse deliberato solo dalla giunta, ma dell’intero consiglio comunale, per dare un ulteriore messaggio di unione e coraggio alla città. Siamo intervenuti a sostegno delle famiglie in condizione di maggiore disagio attraverso l’erogazione di circa 300 buoni spesa per un valore complessivo di circa 60 mila euro, ai quali si aggiungono oltre 100 pacchi spesa per i casi più urgenti che sono stati valutati insieme ai parroci locali. Auspichiamo di proseguire con questa misura almeno fino al mese di giugno, attingendo dalle donazioni avvenute sull’apposito conto corrente dedicato alla donazione alimentare.
Ora però è prioritaria e urgente l’esigenza di assicurare la ripresa economica e sociale della Città mettendo in campo con coraggio una politica economica espansiva immediata, capace di affrontare adeguatamente l’impatto della crisi e di gettare le basi per un rilancio della crescita. Abbiamo ritenuto nell’immediato, attraverso una valutazione molto approfondita e discussa, che occorra garantire un piano di sostegno verso le categorie oggettivamente più danneggiate, ovvero alle attività commerciali al dettaglio, alle attività dei servizi di ristorazione ed alle attività inerenti servizi alla persona per consentire loro di superare questo periodo di recessione economica e di contrazione delle entrate attraverso una contribuzione volta ad alleviare le ripercussioni economiche negative dovute alla chiusura legata all’emergenza. Per queste finalità abbiamo ritenuto indispensabile dettare le misure per adottare un piano di sostegno a queste microimprese, istituendo un apposito fondo di 200.000,00 Euro che consisterà nella concessione alle stesse di un bonus a fondo perduto una tantum pari a 1.000,00 euro. Questo intervento è diretto ad alleviare in via d’urgenza le immediate conseguenze negative dovute alla chiusura delle attività aperte al pubblico ed è rivolto alle sole predette attività, che rientrano nei codici ATECO per i quali è stata disposta la chiusura dai provvedimenti d’urgenza adottati dallo Stato e dalla Regione. La misura prescinde da qualsiasi intervento statale o regionale che verrà approvato e del quale si resta in attesa. Il fondo sarà alimentato da nostri fondi di bilancio comunale.
È doveroso chiarire che la misura di aiuti, non si conclude qui e va assolutamente tenuta aperta eventualmente anche per altre categorie, attenendosi alle misure in addivenire dello Stato o della Regione sia in termini economici che di tasse, alle quali bisognerà farsi trovare pronti.
Abbiamo inoltre, adottato una misura di tipo strutturale compatibile con le esigenze della Città, che prevede un gruppo di lavoro costituito dall’ufficio tecnico e dalla Polizia Locale che insieme alle singole attività sta trovando soluzioni all’aperto capaci di conciliare la sicurezza ed il distanziamento sociale con i bisogni di socialità e convivialità delle persone e le necessità di fruizione delle attività commerciali al dettaglio, delle attività dei servizi di ristorazione e delle attività inerenti servizi alla persona”.

Link ufficiale dove trovare bando e domanda:

https://comune.celano.aq.it/notizie/182467/piano-sostegno-rivolto-attivita-commerciali

COMUNICATO STAMPA