TRASACCO, DAL 22 MAGGIO RIPARTE IL TRADIZIONALE MERCATO DEL VENERDI’

TRASACCO – Dopo oltre due mesi di fermo, a causa della pandemia da Covid-19, è fissata per venerdì 22 maggio l’attesa riapertura del mercato settimanale, che permetterà a tutti i banchi alimentari, non alimentari e misti, di poter tornare a riempire l’area mercatale.

A stabilirlo l’Ordinanza sindacale del 19/05/2020, in conformità del Protocollo di Sicurezza, in allegato all’Ordinanza della Regione Abruzzo n. 59 del 14/05/2020, riguardante le “Disposizioni di carattere organizzativo” per l’esercizio delle attività commerciali, per tutti i settori merceologici, su aree pubbliche (mercati, fiere, posteggi isolati, commercio itinerante).

Piazza Mazzini (la cui parte retrostante era già stata riaperta ai soli banchi alimentari a partire dal 1° maggio) e le vie limitrofe torneranno di nuovo ad animarsi e a colorarsi, torneranno quel chiacchiericcio e quell’incontrarsi, anche se a distanza di sicurezza, che tanto ci sono mancati in questi duri mesi di lockdown.

Potranno accedere all’area mercatale esclusivamente gli operatori economici assegnatari di posteggio, mentre saranno esclusi gli ambulanti non assegnatari, al fine di poter usufruire di maggiore spazio a garanzia del rispetto della distanza minima fra i banchi, che dovrà essere di almeno un metro l’uno dall’altro.

Inoltre, sempre al fine di prevenire e contrastare il rischio di contagio da Coronavirus, sarà obbligatorio mantenere le distanze di sicurezza tra l’operatore economico e la clientela e tra gli stessi clienti, oltre ad indossare tutti la mascherina di protezione e i guanti monouso.

Di seguito, le regole alle quali i commercianti e i clienti dovranno attenersi.

Il commerciante su aree pubbliche deve:

– Avvisare il cliente che non può presentarsi in caso di comparsa di sintomatologia febbrile e/o simil – influenzale, o se negli ultimi 14 giorni abbia avuto contatti con soggetti positivi al Covid – 19 o sia rientrato da zone a rischio (indicazioni OMS);
– Predisporre materiale informativo (locandine, cartelli etc.) da porre sul banco di lavoro e in altre postazioni facilmente accessibili/visibili per informare sulle modalità – organizzative adottate per prevenire il contagio;
– Mantenere la distanza di sicurezza ogni qualvolta la mansione lo consenta;
– Rispettare il divieto di assembramento e osservare le regole di igiene;
– Utilizzare correttamente i dispositivi di protezione individuali: mascherine e guanti monouso;
– I banchi devono essere posizionati in modo da rispettare la distanza minima di un metro fra gli stessi;
– Ogni operatore commerciale deve posizionare raccoglitori chiusi per i rifiuti, presso i propri banchi;
– Durante la fase di vendita deve essere scrupolosamente osservata la distanza minima di un metro tra cliente e cliente e fra operatore e cliente;
– Deve essere indicata l’entrata e l’uscita al banco di mercato e deve essere effettuata la segnatura a terra degli spazi, in modo da indicare la distanza di un metro per l’utenza e fra l’utenza;
– Ogni commerciante ambulante può servire simultaneamente un numero di clienti che soddisfi il rispetto della distanza di sicurezza;
– Gli spostamenti dei commercianti all’interno dell’area mercatale devono essere limitati al minimo indispensabile;
– Devono essere favoriti sistemi di pagamento elettronici. Se il pagamento viene effettuato in contante o pos portatile, l’operatore provvede alla disinfezione delle mani e del pos al termine dell’operazione.

I clienti devono:

– Permanere nella zona mercatale il tempo minimo necessario per l’acquisto della merce;
– Devono essere muniti di mascherine guanti;
– Evitare assembramenti;
– Curare scrupolosamente l’igiene delle mani.

Annunci