TRASACCO. CAMPETTO DI SAN GABRIELE: UN’AREA PER I GIOVANI, PIAZZA S. CESIDIO UN BENE DA PRESERVARE

Lobene: “La sola repressione non permette il rispetto delle regole. Indispensabile senso civico”

TRASACCO – Da qualche giorno è stato riaperto dall’Amministrazione comunale il campetto sportivo di San Gabriele, in via Milano, per permettere a bambini e ragazzi di avere un luogo dove poter giocare a calcio in sicurezza.

La decisione arriva a fronte dell’impossibilità di poter continuare ad usufruire di Piazza Umberto I a causa dei lavori ancora in corso, all’antistante basilica dei SS. Cesidio e Rufino, e dell’allestimento della tensostruttura, disposta per lo svolgimento delle funzioni religiose nel rispetto delle regole anti Covid.

In realtà l’Amministrazione sta lavorando su due fronti: da un lato sta predisponendo spazi alternativi alla piazza della Basilica, che permettano ai giovani di ritrovarsi e di giocare a calcio in strutture sportive dedicate, dall’altro sta accogliendo le richieste dei cittadini che da tempo lamentato l’assidua presenza dei numerosi bambini che giocano in piazza con il pallone creando disagi a chi vi si reca, o vi abita, oltre la possibilità di danneggiare una chiesa di grandissimo valore storico culturale con le continue pallonate che arrivano sulle facciate.

Tramite risposta ufficiale ai firmatari della nota “Proteggiamo i nostri tesori”, lo stesso primo cittadino di Trasacco Cesidio Lobene, in riferimento a quanto sopra illustrato circa la piazza, scrive: “Il problema da voi rappresentato è ormai annoso, ma non per questo meno importante. Nell’immediato stiamo portando avanti azioni che permettano di chiudere la piazza, bene inestimabile per la nostra comunità, al gioco del pallone, con una modifica del regolamento comunale. Tale modifica prevede l’iter di approvazione in Consiglio comunale, che sarà fatta nel più breve tempo possibile. Nel contempo – continua Lobene – mi sono adoperato a richiedere la chiusura dell’area in questione, a tutela della sicurezza dei bambini e ragazzi che, nonostante tutte le limitazioni già vigenti ed il cantiere dei lavori di ristrutturazione della Basilica, continuavano a giocare nella piazza e ringrazio il Responsabile della sicurezza del Cantiere che ha accolto le mie richieste”.  

Da qui la riapertura della struttura sportiva di San Gabriele dopo i lavori di ripristino e messa in sicurezza: il campetto è in erba sintetica, vi sono state riposizionate le porte ed effettuata la pulizia, tutto per permettere ai più giovani di usufruire di uno spazio dedicato e sicuro in cui poter giocare a calcio.

A breve, inoltre, verrà inaugurata anche Piazza Matteotti (l’Ara), dopo che saranno terminati i lavori per ingrandire l’area del parco giochi, all’interno del quale è stato realizzato un altro piccolo campo da calcio. Proprio qui, a lavori ancora in corso, nel giro di tre giorni dei malintenzionati hanno rotto due irrigatori utilizzati per innaffiare l’erba del prato tanto che, al momento, la locale Polizia municipale sta vagliando i video delle telecamere di sorveglianza per rintracciare gli autori di questi gesti scellerati.

“E’ mia premura – ci tiene a sottolineare il sindacopermettere a tutti i bambini e ragazzi di Trasacco di poter tirare un calcio ad una palla, ma nel rispetto delle regole sociali e comportamentali del caso. Ritengo che l’impegno profuso nella creazione di nuovi spazi e la riapertura di spazi già esistenti non mi esime dalla responsabilità di coinvolgere la nostra comunità in un progetto più complesso, volto alla presa di coscienza dei beni monumentali del nostro territorio. La sola repressione – conclude Lobene – non permette il rispetto delle regole, è indispensabile avere la consapevolezza ed il senso civico del rispetto del bene comune e tale consapevolezza va insegnata ai più piccoli e rammentata a noi adulti”.