AVEZZANO. SIGLATO ACCORDO PROCURA E ANFI PER FRONTEGGIARE LA CARENZA DI PERSONALE

AVEZZANO – Presso gli uffici della Procura della Repubblica di Avezzano, è stato sottoscritto il protocollo d’intesa di collaborazione tra la Procura e l’Associazione Nazionale Finanzieri in pensione, al fine di supportare il lavoro dell’ufficio giudiziario. Rispettivamente le firme sono state apposte dal procuratore capo il dottor Andrea Padalino ed il presidente dell’ANFI Remo Ruscitti. Presenti i vertici regionali della Guardia di Finanza e il capitano Luigi Falce al comando delle Fiamme Gialle di Avezzano. L’accordo vede l’egida della Fondazione Carispaq, con la partecipazione del presidente Domenico Taglieri.

La stesura del protocollo rientra nell’ Esperimento Abruzzo, che parte da L’Aquila arriva ad Avezzano per poi estendersi in  tutta Italia.

Questo accordo significa richiamare l’attenzione degli organi politici, preposti a decidere di assumere personale non solo nell’ambito del Ministero della Giustizia, ma anche delle altre pubbliche amministrazioni, per far funzionare al meglio la macchina dello Stato.” Così si è espresso il dottor Padalino, “E’ una sorta di sottolineatura delle difficoltà in cui gli uffici versano se non si svolgono i concorsi in modo adeguato, mandando il personale che serve. Un problema, credo, comune a tutte le pubbliche amministrazioni. Nel caso dell’amministrazione della giustizia è particolarmente sentito, in quanto svolgiamo un’attività molto importante al servizio della collettività. Questo incontro è già avvenuto per la Corte d’Appello di L’Aquila ora l’esperimento è in corso con la Procura che si trova a operare in grossissime difficoltà. Naturalmente il plauso va a chi si è offerto volontariamente a prestare questo servizio, alla Guardia di Finanza nella persona del capitano Luigi Falce  dal quale è partita l’iniziativa.  Soprattutto grazie alla Fondazione Carispaq di L’Aquila, nella persona del presidente Taglieri, che sostiene con un contributo i volontari dell’ANFI, a titolo di rimborso spese, proprio per consentire di  ovviare a quelle che altrimenti sarebbero a loro carico.”

Dopo la firma dell’accordo il Presidente Domenico Taglieri ha rivolto  il saluto e i ringraziamenti ai presenti “Sono ben felice di cogliere questa occasione, per sottolineare il rapporto che si è instaurato, partito  dalla intuizione felice del Capitano Falce che ha messo in contatto la Fondazione e l’Associazione Nazionale Finanzieri in pensione.  Tra le azioni svolte dalla Fondazione Carispaq vi è quella di finanziare e sostiene le associazione. Abbiamo avuto modo di constatare che l’ANFI è tra le associazioni più importanti, interveniamo quindi anche per  la loro attività, per farla esistere. Siamo ben lieti di estendere questo intervento anche per affrontare e risolvere i problemi della Procura.

L’accordo, come più volte sottolineato dalle parti,   non vuole essere freno per la pubblica amministrazione nell’indire concorsi ed inviare personale, ma dare aiuto agli uffici che sono in grossa difficoltà. Non vuol significare togliere lavoro, vuole essere un intervento immediato, sperando, anche provvisorio.

Annunci