F1: SILVERSTONE A COLPI DI SCENA

Messaggio Pubblicitario Elettorale

A Silverstone un finale da Mary Poppins e un sorprendente 3° posto di Leclerc

AVEZZANO – In questa stagione di F1 2020 le sorprese non mancano e il Gp di Silverstone oggi non ha fatto eccezione. Vince Hamilton ma con un buona dose di fortuna, secondo Verstappen su Red Bull e un sorprendente Leclerc su Ferrari.

Vediamo cosa è accaduto

Partono subito le due Mercedes con Hamilton e Bottas che prendono subito vantaggio come da copione. Seguono Verstappen e Leclerc i quali animano il momento della partenza con un bel duello Red Bull-Ferrari. Nelle retrovie si trova l’altra Ferrari di Vettel che fa quello che può con una vettura che ha avuto diversi problemi durante il week-end.

Ad ogni modo si va avanti in maniera tranquilla fino al 12° giro quando Kvyat su Alpha Tauri si gira pericolosamente all’inserimento della curva Maggots perdendo completamente il controllo della monoposto, impattando violentemente contro il guard-rail di protezione; risultato: macchina semidistrutta ma pilota illeso.

Entra in scena, quindi, la safety car che ricompatta il gruppo dando così l’opportunità di fare il pit-stop. La safety car rimane in pista diversi giri per dare modo ai commissari di rimuovere la vettura incidentata e i relativi detriti in pista.

Al 22° giro si riparte e le Mercedes scattano di nuovo avanti per riprendersi il vantaggio perduto, dietro seguono sempre Verstappen e Leclerc. Nelle retrovie si danno battaglia le ottime McLaren, sempre in crescita, le due Renault che hanno riconquistato un buon passo gara e Vettel che si difende come può, con una SF1000 che ha poco da dare in termini di potenza e velocità. Si va avanti, quindi, in questo modo fino agli ultimi giri con sprazzi di spettacolo dati dai vari duelli tra McLaren, Renault e l’ottimo Gasly su Alpha Tauri.

A 5 Giri dalla fine l’ordine in gara è: Hamilton, Bottas, Verstappen e Leclerc con Vettel 11°. Sembra finita ma da qui i colpi di scena: l’anteriore sinistra di Bottas esala il suo ultimo respiro costringendo il pilota svedese percorrere un intero giro per rientrare e cambiare. Tutto ciò lo porta al 11° posto dietro Vettel. Nel frattempo perde una gomma anche la McLaren di Norris lasciando la sua 4^ piazza a Ricciardo su Renault, ma non è finita. All’ultimo, infatti, l’anteriore sinistra di Hamilton dice “kaputt” lasciando il pilota inglese su tre ruote. Essendo l’ultimo giro il “Cannibale” tenta il tutto per tutto proseguendo il giro fino alla fine. Riesce ad arrivare primo solo grazie al vantaggio che aveva accumulato nei giri precedenti. Segue subito dietro Verstappen su Red Bull e Leclerc su Ferrari.

Nelle retrovie, però, si combatte ancora. Infatti Bottas con l’altra Mercedes, tenta l’assalto alla Ferrari di Vettel cercando di rimediare il punticino del 10° posto. Qui, Vettel compie una vera magia sfoderando tutta le sue qualità da 4 volte Campione e nelle ultime curve spreme tutti i “quadrupedi” possibili aiutandosi anche con piedi, pedali e manovelle per cercare di tenere dietro una Mercedes volante. Riesce nell’impresa difendendo la sua decima piazza, portando punticini preziosi al Cavallino, che, sommati a quelli di Leclerc fanno un buon risultato per la gara di oggi.

Alla fine, l’ordine di arrivo è: Hamilton, Verstappen, Leclerc, l’ottimo Ricciardo su Renault e Norris su McLaren in una gara che sembrava già definita nelle qualifiche, ma che invece ha riservato spettacolo tutto alla fine.

Il prossimo Gp sarà sempre a Silverstone tra una settimana alle ore 15,00 e visto quanto accaduto oggi, ci si attende una gara ancora più spettacolare con un Ferrari che, a piccoli passi, cerca di salvare la stagione, una Red Bull sempre in crescita e una Mercedes forte ma non invulnerabile.

Restate sintonizzati.

ECCO COSA VI SIETE PERSI

Messaggio Pubblicitario Elettorale