TRASACCO, CELEBRAZIONI DEI SS. CESIDIO E RUFINO AI TEMPI DEL COVID-19

TRASACCO – Mancano oramai pochissimi giorni all’inizio di una delle festività dei Santi Patroni più attese della Marsica, quelle dei SS. Cesidio e Rufino e Madonna di Candelecchia a Trasacco.

Un Comitato, quello Classe 1970, entusiasta e determinato che si stava preparando da tempo per organizzare una grande festa, ma che alla fine si è dovuto arrendere alle stringenti regole che l’emergenza Covid-19, e la nuova impennata estiva dei contagi, ha imposto ovunque per la tutela della salute pubblica e che ha impedito, in tutti i Paesi, di organizzare in grande i tradizionali festeggiamenti dei rispettivi Santi Patroni.

Per tali ragioni “Il Comitato San Cesidio 2020 – si legge nella nota diramata –, considerando la salute come bene primario da tutelare e proteggere, ed appellandosi al senso di responsabilità di ciascuno di noi, decide di evitare manifestazioni che possano creare assembramento di persone, potenzialmente idonea a creare rischi per i giovani e meno giovani frequentatori della festa, rinviando la festa grande al prossimo anno ed invocando sempre la benedizione del nostro amato San Cesidio”.

Una scelta che ha riscosso il favore anche della pubblica amministrazione, perché si eviteranno situazioni, come ad esempio quella del luna park o del grande concerto, dove si creerebbero assembramenti di difficile gestione.

“Quest’anno sarà una festa inusuale – afferma il sindaco Cesidio Lobene –, caratterizzata da tante difficoltà e restrizioni date da questa pandemia, ma ce la stiamo mettendo tutta per uscire dalla tempesta. Nei giorni clou non ci sarà la festa tradizionale, con le diverse attrazioni che hanno caratterizzato il nostro paese negli ultimi anni, e gli eventi saranno svolti in assoluta sicurezza, nel rispetto delle norme anti-Covid. Sarà imposto l’uso delle mascherine – conclude Lobene –  mentre i controlli saranno effettuati dalla Polizia municipale e Carabinieri di Trasacco, inoltre abbiamo richiesto un’ulteriore dispiego di forze alla Questura”.

Il Comitato Feste 2020, in accordo con l’Amministrazione comunale, le autorità religiose e le Forze dell’Ordine, ha voluto comunque dare al popolo di Trasacco, la possibilità di festeggiare anche quest’anno San Cesidio in modo dignitoso.

“La festa si farà anche se in maniera molto più limitata rispetto agli altri anni – spiega Cesare Carusi, presidente Comitato Feste 2020 –. Ci aspettiamo una partecipazione della gente sia di Trasacco che dagli altri Paesi, ma chiediamo a tutti di rispettare le regole di sicurezza e di indossare la mascherina”.

Come di consueto sono state installate le luminarie lungo tutto il percorso che va dalla basilica dei SS. Cesidio e Rufino fino alla chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso, mentre svariati rosoni illumineranno le strade più importanti di Trasacco. Per tutti e tre i giorni di festa diversi complessi bandistici suoneranno, itineranti (proprio per evitare assembramenti), per le vie del Paese, a cominciare dalla locale banda “Arte dei Suoni”. Niente concerti né super cantante, quindi, a chiusura della festa: ad allietare le serate la “Contur Band – Strret band itinerante” la “Fanfara dei Carabinieri” e il gruppo folk itinerante “O’Scarrafone”.

Riguardo alla tradizionale fiera e al posizionamento delle bancarelle, lungo la strada principale, l’Amministrazione ha dato il consenso ma limitando la presenza ai soli banchi che abbiano il regolare permesso per il posteggio, ad esclusione dei cosiddetti “spuntisti”, ovvero coloro che si posizionano senza aver fatto domanda all’ufficio comunale di competenza.

Anche quest’anno, per il giorno 30 agosto, Trasacco accoglierà l’arrivo dei Pellegrini di San Donato Val Comino, mentre il 31 agosto i colpi scuri risuoneranno in onore dei Santi Patroni. In ottemperanza alle disposizioni della CEAM (Conferenza Episcopale Abruzzese-Molisana) e di Sua Eccellenza il Vescovo, dopo attenta valutazione della possibilità di contagi e della necessità di agire con la massima prudenza, viene vietata l’opportunità di poter festeggiare i Santi Patroni con una processione lungo le strade del paese, sempre per evitare assembramenti. La santa messa, come fatto sapere dal parroco don Francesco Grassi verrà celebrata all’interno della struttura provvisoria posta davanti la Basilica, a causa dei lavori ancora in corso, nei seguenti giorni ed orari: domenica 30 agosto alle ore 8:00, 11:00, 17:00 e 18:00 (solo per i pellegrini); lunedì 31 agosto alle ore 8:00, 9:00, 10.30 (presieduta da Sua Eccellenza Mons. Pietro Santoro vescovo dei Marsi), 12:00, 18:00 e 19:00; martedì 1° settembre alle ore 8:00, 10:00 ( solo per la Confraternita di Candelecchia), 11:00 e 18:00.

Il parroco ha anche comunicato che, in accordo con le Confraternite religiose ed il gruppo parrocchiale, sarà possibile ai cittadini poter far visita alla statua di San Cesidio che, per l’occasione, sarà esposta all’interno della struttura provvisoria. Il personale addetto accoglierà gruppi di 20 persone per volta e le visite saranno brevi, al massimo di un minuto e indossando la mascherina. Le visite sono previste nei seguenti orari: per la mattina dalle ore 9:30 alle ore 13:00, per il pomeriggio dalle ore 17:00 alle ore 24:00.

Il 5 settembre alle ore 22:00 ci sarà l’estrazione dei biglietti della lotteria di beneficenza 2020.