PRESENTATO IERI IL PROGETTO DELL’AULA MAGNA DEL LICEO SCIENTIFICO “M. VITRUVIO P.”: UNO SPAZIO PER LA DIDATTICA, MA ANCHE UN’AGORÀ SOCIO CULTURALE

Messaggio Pubblicitario Elettorale

AVEZZANO – È stato presentato ieri, 31 Agosto, ultimo giorno dell’anno scolastico 2019/2020, il progetto per la ripresa dei lavori di ultimazione dell’aula magna del Liceo Scientifico “M.Vitruvio P.”, una struttura che da oltre 20 anni giace in stato di decadenza in attesa di essere terminata. Questa volta sembra che ci siamo, perché il progetto è alle sue ultime fasi: manca il parere dei Vigili del Fuoco per passare alla fase esecutiva che consterà della gara di appalto per l’affidamento dei lavori, per poi iniziare.

La conferenza stampa è stata indetta dalla Provincia, era presente Gianluca Alfonsi, consigliere delegato all’edilizia scolastica, che dopo aver ringraziato il Dirigente Scolastico, prof. Francesco Gizzi, per la sua preziosa collaborazione con la Provincia nella risoluzione di numerosi problemi, ha così continuato: “L’opera è un’opera importante che si attendeva da anni. Dopo il terremoto abbiamo provveduto, investendo milioni di euro,  a mettere in sicurezza questa scuola che oggi è tra le più sicure della Marsica, gli abbiamo ridato decoro. Le abbiamo voluto dare ulteriore dignità con il completamento del progetto dell’aula magna trovata in uno stato indecoroso: era invasa da vegetazione arborea ed era diventata un luogo di spaccio e in cui, purtroppo, si sono verificati anche casi di stupro. È stata ripulita e messa in sicurezza, nel contempo abbiamo ripreso il completamento del progetto. Ho voluto il coinvolgimento del corpo docente e prego i progettisti di coordinarsi con loro perché risponda in pieno alle esigenze didattiche e perché diventi una “agorà” socio-culturale, un luogo di incontro, di socializzazione e di aggregazione. L’investimento è di 1.100.000 euro già da un anno stanziati in bilancio e che, se servirà, saranno implementati per ulteriori migliorie.

Non ci saranno impedimenti burocratici – continua Alfonsi-. Abbiamo fatto una procedura negoziata che non aveva valori minimali. Stiamo parlando di un progetto di 1.100.000 euro in un periodo in cui le provincie lavorano a personale dimezzato, perché a qualcuno erano sembrate il male peggiore, e sopprimere le provincie era considerato la panacea di tutti i mali della politica. Ora, invece, ci si è resi conto che  gestiscono settori essenziali come l’edilizia scolastica ora più che mai fondamentali. Io lo vedo come un impegno onorato pur tra tante difficoltà e questo mi fa propendere a pensare che problemi burocratici, se siamo riusciti a superarli in questa fase, non ci saranno”.

Il Dirigente Scolastico nel suo intervento ha sottolineato la solerzia della Provincia e ha ringraziato il Presidente, prof. Angelo Caruso, per la sensibilità dimostrata. Ha sottolineato anche l’impegno della commissione ad hoc, creata all’interno della scuola, composta dai professori Vincenzo Colecchia, Carmine Di Giustino e Arnaldo Mariani e dal Presidente del Consiglio di Istituto, Rocco Nubile: insieme si sono resi disponibili e hanno supportato i progettisti, nella fase di progettazione esecutiva, dal punto di vista della funzionalità didattica.

Sono intervenuti anche i rappresentanti della ditta di progettazione SAGI SRL, nelle persone dell’Ingegnere Sebastiano Ortu e del Geometra Denise D’Angelo.

Ortu ha illustrato le peculiarità del progetto che si è declinato in due direzioni: “l’efficientamento energetico, che si svilupperà attraverso l’impianto fotovoltaico che sarà inserito in copertura e attraverso una pompa di calore ad alta efficienza che consentirà di utilizzare una caldaia molto ridotta rispetto a quella prevista, e il miglioramento sismico con il rinforzo dei nodi strutturali con fibre di carbonio e la previsione di pareti anti-ribaltamento sulle strutture secondarie. Saranno previsti percorsi tattili per i non vedenti e gli ipo-vedenti e l’abbattimento totale delle barriere architettoniche.  L’aula magna avrà 280 posti – continua Ortu-  e sarà una struttura idonea al pubblico spettacolo. Il cronoprogramma prevede la consegna dei lavori in 240 giorni e non dovrebbero esserci impedimenti: il cantiere sarà in sicurezza e permetterà il regolare svolgimento delle lezioni e, anche in caso di una nuova emergenza legata alla pandemia, dovremmo essere in grado di portare avanti i lavori. Sarà predisposta anche l’impiantistica audio e video. La struttura avrà un parcheggio ampio, una  zona verde che potrà essere completata anche come struttura ricreativa o sportiva”.

Il consigliere Gianluca Alfonsi ha espresso gratitudine al Presidente della Provincia perché ha dimostrato lungimiranza e sensibilità non rimanendo ancorato a sterili campanilismi,  e ai consiglieri marsicani, Alfonsino Scamolla, Roberto Giovagnorio e Alberto Lamorgese, perché lo hanno supportato in tutto l’iter del progetto.

Messaggio Pubblicitario Elettorale