UN FINANZIAMENTO DI 49 MLN DI EURO PER LA VALORIZZAZIONE DELLA PATATA E DEGLI ORTAGGI ITALIANI DI QUALITÀ

AVEZZANO – Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, con Iccrea BancaImpresa (con il ruolo sia di Banca Autorizzata che di Banca Finanziatrice in virtù della Convenzione sottoscritta con il MiPAAF e la CDP), BCC di Roma, Emil Banca, Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese ha finalizzato, con il supporto di Cassa Depositi e Prestiti, un finanziamento a sostegno degli investimenti previsti nel Contratto di Filiera dedicato al ciclo di lavorazione della patata e degli ortaggi Italiani di qualità.

Il Contratto, denominato “Valorizzazione della patata e degli ortaggi italiani di qualità”, prevede 49,7 milioni di euro: al finanziamento, per 37,8 milioni di euro, si aggiungono i contributi per circa 11,8 milioni di euro erogati dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali a valere sul “Fondo Sviluppo e Coesione”.

Beneficiarie le cooperative CO.VAL.PA. Abruzzo, Patfrut, Associazione Marsicana Produttori di Patate, l’Azienda Agricola Ciafardoni Luigi e la Agrifood Abruzzo che realizzeranno importanti investimenti, a sostegno di un progetto di integrazione e innovazione della filiera pataticola ed orticola di qualità in Italia.

Tre le strategie fondanti del progetto: l’integrazione, lo sviluppo e la valorizzazione dei prodotti commercializzati.

Esso si svilupperà nelle regioni Abruzzo, Emilia-Romagna, Lombardia e Puglia, dove la filiera è presente con 15 stabilimenti agroindustriali presso i quali vengono trasformati, lavorati e commercializzati oltre 149 mila tonnellate di prodotti coltivati nei 4.700 ettari dagli oltre 1.100 soci conferenti.

Il finanziamento, così accordato, permetterà la realizzazione di tre nuovi impianti agroindustriali adibiti alla trasformazione, frigoconservazione, confezionamento e logistica in Abruzzo, Puglia ed Emilia-Romagna.