F1: A SOCHI, UN SUPER BOTTAS VINCE IL GP DI RUSSIA

Bottas strapazza tutti al Gp di Russia sul circuito di Sochi

AVEZZANO – Impeccabile gara di Valtteri Bottas che vince il Gp di Russia davanti a Verstappen e Hamilton. Solita gara anonima per le Ferrari con Leclerc 6° e Vettel 13°.

Vediamo in sintesi.

In partenza, il solito Hamilton parte in pole position affiancato da Verstappen su Red Bull e seguito da Bottas, sull’altra Mercedes. Parte come un missile Valtteri Bottas, che comincia subito a dimostrare le sue intenzioni per la gara; infatti alla prima curva supera Verstappen e affianca Hamilton alla prima chicane. Solo per pochissimo non riesce a sopravanzare il compagno di squadra che conserva la prima posizione con Bottas immediatamente dietro gli scarichi. A metà del primo giro un incidente di Sainz su McLaren prima e Stroll su Racing Point dopo provocano l’entrata in pista della Safety car per alcuni giri.

Dopo l’uscita della Safety car ripartono le Mercedes a gran ritmo con Hamilton davanti seguito da Bottas e Verstappen, ma la situazione dura poco perché poco prima del primo cambio gomme viene comminata una penalità di 5 secondi ad Hamilton per una irregolarità precedente commessa ai box. Scontata la penalità il pilota inglese si ritrova in 11^ posizione e quindi in posizione non facile per il resto della gara.

Da questo punto in poi non c’è più storia: Bottas è solo al comando della gara e cerca la vittoria a tutti i costi anche se molto attento perché è comunque seguito come un‘ombra da Verstappen che ha un buon passo gara ed è in grado di minacciare la Mercedes al minimo errore; ma Bottas di errori non ne commette neanche uno: inizia a spingere come un missile guidando come indemoniato, inanellando “super fucsia” a ripetizione fino alla fine della gara senza mai mollare. L’ottimo Verstappen cerca di stagli dietro consapevole che la sua Red Bull non gli permette di duellare con la Mercedes ma stare al passo è possibile, e così accade. Alla fine Bottas vince la gara in maniera esemplare e Verstappen lo segue a pochi secondi. Nel frattempo Hamilton ha gestito una buona rimonta ma non va oltre il terzo posto perché inseguire è molto diverso che stare avanti a tutti. Riporta comunque a casa punti preziosi per il mondiale.

Per le Ferrari solita minestra: “no power, no race”. Si continua ormai in questo modo fino ad esaurimeto stagione sperando in nuove soluzioni per l’anno prossimo.

La prossima gara è al Eifel sul circuito del Nurburgring, domenica 11 Ottobre alle ore 14,00.

Restate sintonizzati.