ARRESTATA TACCHEGGIATRICE DI NAZIONALITÀ MAROCCHINA RESIDENTE AD AVEZZANO

Polizia di Stato: arrestata una “taccheggiatrice” e indagato il complice di Sulmona, grazie alla segnalazione di un poliziotto libero dal servizio

SULMONA – Nella giornata di ieri, 11 ottobre 2020, un appartenente della Polizia di Stato originario di Sulmona, notava presso un supermercato cittadino un commesso che rincorreva una donna che aveva sottratto della mercanzia all’interno dell’esercizio commerciale.

Grazie alla prontezza dell’appartenente della Polizia di Stato la donna veniva immediatamente bloccata e veniva altresì recuperata numerosa merce sottratta dagli scaffali. La donna per tale furto si è avvalsa anche della complicità di un bambino di 6 anni e di un uomo di Sulmona che la attendeva in auto, nel parcheggio dell’esercizio commerciale.

B.A.,24enne di nazionalità  marocchina abitante in Avezzano, veniva tratta in arresto per furto aggravato e trattenuta, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona, in cella di sicurezza, mentre il complice ed il minore riuscivano a darsi alla fuga.

In data odierna, il poliziotto che aveva proceduto al suo arresto,  nel recarsi al locale Tribunale per testimoniare al processo per direttissima contro la donna riconosceva però, nei pressi dell’edificio il complice che era riuscito invece a dileguarsi il giorno prima, che era evidentemente in attesa degli esiti del processo permettendo così di identificare e denunciare anche il complice grazie anche all’intervento dei colleghi del Commissariato di P.S. di  Sulmona.