TRASACCO. CLINICA NOVA SALUS: 42 PAZIENTI E 14 OPERATORI SANITARI POSITIVI, 3 I MORTI

TRASACCO – L’inizio del contagio si è rilevato mercoledì 15 ottobre con la comunicazione della positività di una dipendete della struttura. In un primo momento i pazienti contagiati erano 12, saliti a 20 nel corso della settimana.

Attualmente, in base ai tamponi effettuati domenica 25 il cui risultato è pervenuto nella giornata di mercoledì 28, il numero di pazienti contagiati è 42 su 46.

A tutti i pazienti positivi è applicato un protocollo di indagini diagnostiche e trattamento per scongiurare l’aggravamento.

Ad oggi sono stati trasferiti in ospedale Covid cinque pazienti che mostravano segni di aggravamento ed una paziente di 90 anni è deceduta.

Una seconda paziente è deceduta nella giornata di ieri. Quest’ultima era risultata positiva, ma il decesso è avvenuto per cause neurologiche e quindi non riconducibili all’infezione da Covid-19.

Un paziente risultato positivo post mortem (al tampone due giorni prima era risultato negativo) è deceduto la scorsa settimana in struttura, ma per cause preesistenti e differenti dal Covid 19.

Per quanto riguarda il personale abbiamo un totale di 14 contagiati (oggi è stato posto in quarantena un nuovo caso sospetto, in attesa di tampone), su 61 unità in monitoraggio, di cui 5 già noti la prima settimana (1 terapista della riabilitazione e 4 infermieri); quelli emersi nell’ultima settimana sono 5 terapisti della riabilitazione e 4 operatori socio sanitari. Non si sono verificati contagi fra i medici e in amministrazione; 4 sono risultati dubbi e sono stati ripetuti, siamo in attesa del risultato.

I pazienti positivi sono asintomatici o paucisintomatici e sono completamente isolati dai pazienti negativi, con percorsi separati e personale dedicato.

Il dipartimento di prevenzione della ASL ha effettuato il 28 ottobre un’ispezione per verificare le modalità di gestione ed ha espresso un parere pienamente positivo, raccomandando solo la separazione di un percorso di uscita, che è stato già modificato nella mattinata di ieri e comunicato formalmente alla ASL.

Vi sono alcuni terapisti che stanno prestando la loro opera anche all’interno del reparto Covid (separati dal personale che presta servizio ai no Covid), muniti ovviamente di tutte le necessarie protezioni mi massimo livello, per non interrompere il percorso riabilitativo dei pazienti ricoverati.

Il personale in servizio sta lavorando con dedizione e grande responsabilità anche al di fuori dei compiti istituzionali, per il bene dell’azienda e soprattutto dei pazienti.

Un ringraziamento particolare va anche al Sindaco di Trasacco Cesidio Lobene che segue momento per momento l’evoluzione e si è recato anche in struttura per porgere un saluto a pazienti e lavoratori.