L’ASSOCIAZIONE WWF ABRUZZO MONTANO SI ARRICCHISCE DELL’APPORTO DI UN GRUPPO DI SOSTENITORI DELLA CITTA’ DI L’AQUILA.

L’AQUILA – Cresce la famiglia dell’Associazione OA WWF Abruzzo Montano e si arricchisce di volontari aquilani che nei giorni scorsi hanno deciso di abbracciare la causa ambientalista. “Sono molto contento di annunciare che un gruppo di cittadini del territorio aquilano ha deciso di entrare a far parte della nostra associazione. La Città di L’Aquila è il fulcro di tutta la Regione e non avere un punto di riferimento in questi anni è costato molto al WWF in termini di efficacia della propria azione, soprattutto sui temi della ricostruzione” – dichiara Antonello Santilli, presidente dell’associazione. Il periodo che la città sta vivendo, infatti, è molto delicato perché, oltre agli edifici, bisogna ricostruire il tessuto sociale e ciò significa dare la giusta importanza al verde pubblico, agli spazi per la socialità, alla mobilità sostenibile. Inoltre risulta impellente occuparsi dell’inquinamento del territorio e, in particolare, dello smaltimento dei rifiuti prodotti dall’attività edilizia. L’Aquila è, inoltre, il territorio più rappresentativo delle aree interne dell’Abruzzo ed avere un gruppo nella città ci permetterà di affrontare le tematiche di gestione e rilancio della montagna fondamentali per la nostra Regione. Riteniamo che il contrasto allo spopolamento dei territori montani possa essere rappresentato da un investimento su un diverso modello di sviluppo delle attività economiche e sociali. “Noi del WWF Abruzzo Montano con l’aiuto dei nuovi soci riusciremo a far sentire la nostra voce e saremo a disposizione della città tutta, delle sue istituzioni e delle associazioni per una proficua collaborazione su questi temi.” – conclude Santilli. Il coordinatore del gruppo sarà Gianpaolo Ciccozzi, che fungerà da rappresentante territoriale. Chiunque vorrà dare il proprio contributo, in attesa dell’apertura della sede, potrà contattare la OA WWF Abruzzo Montano sui canali social Facebook ed Instagram.