AVEZZANO. SCOPPIA IL CASO DE CESARE, IN BILICO TRA SANTI E FALSI DEI, ARRIVA IL MONITO DELLA DIOCESI DEI MARSI SUL POST DELL’ASSESSORE

AVEZZANO – Non è passato inosservato il post Facebook del assessore del Comune di Avezzano, Lorenzo De Cesare, su Papa Francesco. Messo in risalto mediaticamente da una testata online del luogo, che ormai da giorni ha messo sott’occhio l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Di Pangrazio. Ed anche questa volta non ha perso tempo nel pubblicare il post “singolare” e “personale” del neo assessore sul suo profilo Facebook.

 

Non è tardata la condanna al post della Diocesi dei Marsi: “L’Assessore al Comune di Avezzano, Lorenzo De Cesare, nel giorno di Natale, sul proprio profilo Facebook, con un linguaggio approssimativo e confuso, ha rivolto parole insultanti nei confronti di Papa Francesco definito “misero, in malafede, uomo piccolo piccolo”. Non riteniamo opportuno relegare queste dichiarazioni a marginale cronaca locale, perché sono parole offensive che travalicano ogni legittima libertà di pensiero, e risultano particolarmente gravi perché pronunciate da una persona che riveste un ruolo istituzionale nel governo della città e, per questo, investito della responsabilità di rispettare la coscienza religiosa e laica del tessuto civile. Hanno spiegato in una nota dalla diocesi. All’Assessore e a tutti noi le parole del Papa pronunciate durante la Messa della Natività: “Dio sa che l’unico modo per salvarci, e risanarci dentro, è amarci…solo l’amore di Gesù trasforma la vita, libera dai circoli viziosi dell’insoddisfazione e della rabbia…il nutrimento della vita è lasciarsi amare da Dio e amare gli altri.– La Chiesa diocesana rinnova la propria fedeltà al Magistero di speranza e di fraternità universale di Papa Francesco. In Lui siamo quotidianamente conservati nella fede”. – conclude la nota.

Resta da aspettare ora l’evolversi della vicenda da parte dell’amministrazione comunale e da parte dello stesso assessore.