UNA MISURA CAUTELARE E DUE DENUNCE DEI CARABINIERI DI AVEZZANO IN CONTROLLI A CELANO E PESCINA

AVEZZANO – Operazione di controllo e anti microcriminalità eseguita dai Carabinieri di Avezzano nella zona ricompresa fra Celano e Pescina. Una operazione che fa parte di un articolato piano di controllo del territorio teso a ridurre al minimo i problemi derivanti dalle attività di microcriminalità.

Nelle ultime due settimane, su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di L’Aquila, i militari di Avezzano hanno eseguito, nei Comuni di Celano e di Pescina, una serie di controlli straordinari del territorio finalizzati a contrastare efficacemente tutte le fenomenologie criminali ed in modo particolare i reati come furti e rapine ai danni di privati cittadini ed i danneggiamenti di edifici pubblici.
I controlli, svolti dai Carabinieri anche con l’inserimento nel dispositivo di sicurezza di militari provenienti da altri Comandi, hanno permesso di garantire, oltre ad una complessiva organizzazione della sicurezza stradale ed a contrastare le tristemente note “stragi del sabato sera”, anche una vigilanza maggiore su cittadini stranieri, luoghi frequentati da tossicodipendenti e su persone sottoposte a misure restrittive.

Nell’arco di questi quindici giorni, è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare, sono state denunciate 2 persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sono state identificate complessivamente 127 persone di cui 14 straniere e controllati 106 veicoli elevando 14 contravvenzioni al Codice della Strada (sanzioni per €.11.522, 7 documenti di guida ritirati, 4 veicoli sottoposti a sequestro), sono stati controllati 17 soggetti sottoposti a misure preventive e sono stati controllati 15 esercizi pubblici.

Questi controlli, che si sono aggiunti a quelli ordinari e che hanno visto complessivamente impiegati n.2 Ufficiali, n.10 Ispettori, n.5 Sovrintendenti e n.38 Appuntati e Carabinieri, continueranno anche nei prossimi mesi in tutti i centri della Marsica.