NON PAGÒ IVA E IRPEF NEL 2010. SEQUESTRATI BENI IMMOBILI E FINANZIARI DELLE FIAMME GIALLE AD IMPRENDITORE DI AVEZZANO

AVEZZANO – Maxi sequestro di conti e beni immobili per un imprenditore marsicano accusato di evasione fiscale. I finanzieri della Compagnia di Avezzano hanno eseguito un sequestro di disponibilità finanziarie e beni immobili per un valore di circa € 340.000 emesso dal Tribunale di Avezzano nei confronti di un noto imprenditore titolare di una ditta di costruzioni che ha realizzato, tra l’altro, importanti strutture commerciali nella Marsica.
La misura cautelare appena eseguita giunge al termine di complessi accertamenti patrimoniali svolti dai finanzieri tesi all’individuazione dei beni riconducibili al predetto imprenditore per un valore pari all’Iva e all’Irpef da questi non versata nell’anno d’imposta 2010.

L’imposta evasa veniva accertata dalla locale Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate a seguito di specifiche attività ispettive. Complessivamente sono stati sottoposti a sequestro tre conti correnti, un fondo di investimenti e un terreno agricolo per un valore equivalente alle imposte non versate.
La lotta alle frodi fiscali da sempre costituisce una delle priorità per la Guardia di Finanza che, anche attraverso forme sempre più virtuose di collaborazione con gli uffici giudiziari e finanziari, è costantemente protesa a contrastare gli effetti negativi causati dall’economia dell’evasione.