CARO-AUTOSTRADE. LA PROTESTA TORNA DAVANTI AI PALAZZI ROMANI. MERCOLEDÌ SIT-IN AL MINISTERO DEI TRASPORTI

AVEZZANO – Aumento dei pedaggi autostradali, riprende la mobilitazione di Sindaci e Amministratori che mercoledì saranno a Roma davanti al Ministero dei Trasporti a Roma.

I primi cittadini di Lazio e Abruzzo, infatti, dopo che lo stesso  ministero ha respinto la richiesta di accesso agli atti da loro prodotta e davanti all’inerzia mostrata fino ad ora, hanno deciso di tornare alla protesta dura coinvolgendo, possibilmente, anche la popolazione interessata.

Nell’ultima riunione del Comitato di Sindaci Lazio e  Abruzzo contro il caro-pedaggi, è stato proposto e deciso di effettuare un sit-in di protesta, fino a che non ci sarà un concreto incontro fra le parti, davanti al Ministero dei Trasporti. Protesta fissata per mercoledì 27 giugno, alle 10,30, in via Nomentana 2, a Roma, in sostanza nella zona di Porta Pia, dove c’è la sede del Ministero dei Trasporti.

Sindaci e Amministratori lanciano una appello alla partecipazione d massa al fine di contare il più possibile ed esercitare una pressione molto seria sui responsabili governativi del settore.

Ovviamene del tutto assente il Comune di Avezzano, il Sindaco di Avezzano e la Giunta comunale di Avezzano che non si sono lasciate coinvolgere in questa dura vertenza, preferendo, il sindaco in primis, tè separati con il gestore delle autostrade che, però, pare non rispondere a nessuno. Un motivo in più, quindi, per imporre il rispetto e la considerazione delle aree interne della Regione a chi ha male interpretato l’atteggiamento di taluno.

P.L.P.