PALAZZO TORLONIA. GIUSEPPE DI PANGRAZIO: «ORA IL COMUNE DI AVEZZANO LAVORI CELERMENTE»

AVEZZANO – Accordo sull’anticipo di 500 mila euro per l’utilizzo del Masterplan per il Palazzo Torlonia di Avezzano, soddisfazione, prevedibile e sincera al tempo stesso, del principale autore della realizzazione di questo progetto, ovvero il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio.

«Esprimo la mia più grande soddisfazione per la sottoscrizione, avvenuta ieri a Pescara, della Convenzione tra la Regione Abruzzo e il Comune di Avezzano che avvia operativamente la procedura per la realizzazione degli interventi di riqualificazione del complesso architettonico di Palazzo Torlonia» è questa la dichiarazione del Presidente Di Pangrazio in merito a questo importante traguardo.

«Si tratta di un’opera alla quale ho creduto molto e per la quale ho voluto dare il massimo impegno istituzionale, superando ogni scetticismo di chi ha continuato a non voler credere nella concretezza del Progetto. L’opera, voluta anche dal Governo regionale e dalla precedente Amministrazione comunale di Avezzano, vede oggi la concretezza grazie ad un lavoro costante e qualificato per la definizione, durata tre anni, del Masterplan per l’Abruzzo. Credo, – continua il Presidente – ora che la convenzione è concretamente sottoscritta, che l’amministrazione comunale della Città di Avezzano debba procedere con la massima celerità ed efficienza per realizzare le opere e consentire la piena disponibilità pubblica del monumento di Palazzo Torlonia,  per Avezzano e per l’intero territorio della Marsica: un potenziale attrattore sociale, culturale e turistico unico nel contesto storico ed ambientale in cui è inserito. Continuerò con il mio impegno, – così conclude il Presidente – che trova oggi una concreta fattibilità  amministrativa e finanziaria con la prima anticipazione di 500.000 euro, affinché Palazzo Torlonia resti un bene pubblico di intangibile valore e sia fruibile per tutti, in piena collaborazione istituzionale per consentire che il progetto si realizzi nei tempi più celeri e nell’interesse della città di Avezzano e dell’intera Marsica».

Ora è il momento di fare concretamente e seriamente invece che piantare inutili e mortificanti bandierine.

Annunci