AL VIA L’ESTATE AVEZZANESE TRA POLEMICHE E MALCONTENTO CITTADINO: TUTTE LE DATE E I LAVORI

di Germanico Patrelli 

AVEZZANO –  Comincia cosi l’estate Avezzanese, tra maltempo e sole che attanaglia la nostra zona, con annunci di manifestazioni e lavori pubblici iniziati e da iniziare, ma vediamo gli eventi e gli annunci con le date.

Si parte con il 6° Circuito Avezzano, questo è il programma: partenza Venerdi 29 giugno alle 14,30 davanti al Palazzo Torlonia per poi seguire sul Monte Salviano ripercorrendo la Cronoscalata di Avezzano del 1952 del Trofeo Elia Micangeli. Cosi ha inizio il 6° Circuito Avezzano organizzato dal Jaguar Drivers’ Club Italy e inserito nell’ASI (Automobilclub Storico Italiano). Alle 16 raduno a Tagliacozzo dove al Teatro Talia, dopo il saluto del Sindaco Vincenzo Giovagnorio, si assisterà al concerto a cura di “D’Altrocanto” presentato dal soprano Donata D’Annunzio Lombardi. A seguire una cena di gala con la degustazione di piatti elaborati dallo chef Alfonso Bucci del “Ristorante Roma” di Amatrice distrutto dal terremoto. Sabato 30 alle 9.30 partenza per Collarmele dove accolti dal Sindaco Antonio Mostacci. In seguito nella cornice splendida di Forca Caruso l’assegnazione del Trofeo XFUL. Proseguendo in via Tiburtina Valeria la tappa è Raiano accolti dal Sindaco Marco Moca, poi si proseguirà con la visita dell’eremo di San Venanzio . Alla pendici del Monte Sirente l’aggiudicazione del Trofeo Rothschild. Alle 17 esposizione delle vetture in Piazza Risorgimento di Avezzano e alle 21.30  lo start del 6° Circuito di Avezzano. Domenica 1° luglio alle ore 10 all’Hotel Olimpia alla presenza del Vicepresidente A.S.I. Alberto Scuro si effettueranno le premiazioni.Madrina per quest’anno sarà l’attrice Antonella Mosetti.

E passiamo alla scottante questione “Pista Ciclabile”. Impresa scelta e commercio della zona messo in difficoltà. Per l’amata e odiata pista ciclabile in centro città, infatti, la scelta dell’impresa, che si è aggiudicata  l’appalto da 310mila euro finanziato dal fondo “Sicura2” con un ribasso del 32%, è caduta sulla Diska di Roma che su 36 aziende di tutto il territorio nazionale ha praticamente annientato i partecipanti al bando. Se tutto va bene i lavori dovrebbero iniziare i primi di Agosto e dovranno finire entro il mese, pena la perdita dei fondi. Il percorso occuperà lo spazio delle strisce blu, facendo scomparire 150 parcheggi.

Ignorata la netta contrarietà dei commercianti, con il supporto della Confcommercio, che in una riunione a Palazzo di città sono stati liquidati con un secco “faccio come dico io, fidatevi di me” sulla falsariga del famigerato “stai sereno” detto da Renzi a Letta, lasciando i presenti esterrefatti. La pista della discordia quindi si farà, e sarà lunga 1500 mt., attraverserà il centro passando per Piazza Risorgimento, Via Marconi fino a Piazza della Repubblica , diramandosi su Piazza del Mercato, dove poi si collegherà con l’anello ciclo-pedonale di Piazza Torlonia per poi risalire su Via Roma, Via Marruvio, e risalendo su Corso della Libertà con punto di arrivo su Piazzale Kennedy, dove rumors parlano di un grande parcheggio su di un terreno adiacente al Commissariato di Polizia, ma questo lo vedremo dopo. Se la matematica non è un’opinione, poi, 310mila euro per 1500 metri di pista ciclabile, equivale a circa 200.000 euro a chilometro per il costo di quest’opera. Insomma, nemmeno la… Tav.

Detto questo, la morte commerciale del centro di Avezzano è servita.  Con quest’ultimo intervento, e con la chiusura delle scuole Corradini-Fermi nonché il persistere del rischio chiusura per il tribunale, si arriverà al collasso finale di una zona che già boccheggia. E non per il caldo. Avezzano ha perso l’identità che aveva, quando la piazza principale era punto di aggregazione, con la nuova forma e allargamento della stessa. La morfologia della città sta prendendo una forma che non appartiene a queste zone dal clima mutevole e prevalentemente freddo. Ma tanto alla fine ci pensa lui e ci si deve… fidare. Sarà questo il segno che lascerà per sempre questa amministrazione?

E arriviamo all’appuntamento con la XVII Edizione della Settimana Marsicana. Dal 30 Luglio al 5 agosto la Settimana Marsicana XVII Edizione organizzata dalla Proloco, anche quest’anno, dopo le precedenti edizioni che hanno ottenuto larghi consensi di pubblico, ripropongono, sempre nella location del Parco Torlonia, una nuova edizione. Durante i sette giorni si articoleranno eventi di carattere culturale, artistico, sportivo, ricreativo, musicale e gastronomico, che evidenzieranno la vitalità e l’intraprendenza di un territorio laborioso e dinamico come il nostro.

Fabrizio Moro

E in esclusiva lo “scoop” di MarsicaWeb. Si tratta del Concerto per il 10 Agosto in Piazza Risorgimento dove è prevista l’esibizione di Fabrizio Moro. Concerto “gratuito”, nel senso senza pagare il biglietto, che costerà però “solo” 40mila euro più Iva alle casse comunali. Il Sindaco disse che avrebbe portato 20mila persone ad Avezzano per vedere la Piazza nuova e sarebbero arrivati con i pullman (dove non si sa visto che a occhio e croce fra cantieri aperti e parcheggi tolti non sapranno dove metterli, i pullman). Ecco spiegato il trucco. Peccato però che secondo i dati dell’ultimo concerto di Moro all’Olimpico le presenze sono state meno di 15.000 mila cmplessivamente, e stiamo parlando di Roma e dello stadio Olimpico! Poi certo al gratuito non c’è mai limite, ma dubitiamo che certi auspici del primo cittadino e dei suoi possano avere conferme. Un appunto, però, vogliamo farlo sin da ora: 40mila euro per il cantante in estate si son trovati velocemente e per la Festa della Madonna di Pietraquaria nemmeno le luminarie? Sebbene spettasse al comitato e visto che non hanno raccolto  fondi sufficienti, un avezzanese doc si sarebbe aspettato l’intervento del Comune che non c’è stato. Misteri della “fede”, dell’Avezzanesità. E dei bilanci comunali.

Il tutto condito dalla insicurezza che regna da Piazza Matteotti scendendo su Corso della Libertà e Piazza del Mercato che è continuamente scenario di risse tra stranieri e spaccio di droga nella più totale indifferenza di questa amministrazione. Basta, quindi, fare annunci su progetti effimeri che difficilmente daranno la luce ad una nuova Avezzano, perché le emergenze della nostra città sono altre e sono molto più concrete.

Buona Estate Avezzanese a Tutti voi!