TORNANO I LAVORI DELLA CICLABILE TRA COLLERA E DISAPPUNTO DEI RESIDENTI DI VIA ROMA

di Germanico Patrelli
AVEZZANO – Ripresi i lavori su Via Roma e Via Marconi della pista ciclabile, dopo un breve stop dovuto alle ferie della ditta appaltatrice, l’istallazione del cordolo sta proseguendo senza se e senza ma, nonostante la maggior parte della cittadinanza ne sia contrariata, mentre su Via Roma è cominciata la demolizione dei cigli che delimitano gli alberi, per poi proseguire con i marciapiedi che fece realizzare il Sindaco Spallone con i parcheggi a spiga, dove centinaia di cittadini e attività commerciali, di Via Roma, parcheggiano per rientrare nelle proprie abitazioni e che permettono ai clienti di sostare per gli acquisti.

Una spesa complessiva di quasi 600mila euro, tra restyling Fontana e cordoli a domino della pista ciclabile, con il cofinanziamento del Comune, opere del tutto inutili in una città dove scarseggiano i servizi, la popolazione anziana è superiore a quella giovane, e le attività commerciali annaspano per arrivare a fine mese.

Le periferie abbandonate e le frazioni dimenticate e abbondantemente deluse dalle disattese promesse elettorali, non ultima la seconda antenna Tim di Paterno e i vari disservizi di Castelnuovo di cui abbiamo riportato i fatti nei nostri precedenti report.

In un condimento con nuove assunzioni fiduciarie e assessorati ad personam sempre e solo per il bene della città, che poi di quale città si parli ancora dobbiamo capirlo.