IL FASCINO DI ANGIZIA E I SUOI LUOGHI SACRI NEI TRE GIORNI DEDICATI ALL’INFORMAZIONE ORGANIZZATI DA SITE.IT

AVEZZANO – Si legge nel libro “I racconti di Angizia” di Giovanni Pennazza il lamento della Dea Madre dei Marsi per essere stata cacciata dal suo bosco sacro da cui guardava il lago Fucino e la rigogliosa vegetazione intorno ad esso. Ma Angizia continua ad mare i suoi figli e non rinuncia, ogni tanto a farsi vedere da chi ancora le mostra rispetto e devozione.

E, ancora oggi, la magia del mito e il fascino della storia si respirano in quelli che sono stati i suoi luoghi e rivivono negli eventi dedicati ai siti archeologici del territorio nell’ambito del festival “SITe.it, 20 anni e tre giorni d’informazione”, in programma per i giorni 7, 8 e 9 settembre a Luco dei Marsi, località Petogna, nel  Circolo ippico Marsicano. Domani, venerdì 7 settembre, l’appuntamento è alle 10, nel Circolo ippico, con la dottoressa Emanuela Ceccaroni, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, per una lezione a tema: “Le Dee del bosco di Angitia”. A seguire si terrà la visita guidata nell’area di Anxa. L’ingresso è libero. Tutti sono invitati a partecipare.

 

 

 

Annunci