AIELLI. DI NATALE: «LA PROVINCIA INVECE DI PENSARE ALLA NOSTRA SICUREZZA PENSA ALLE PROSSIME REGIONALI»

AIELLI – Continua il botta e riposta tra il Sindaco del Comune di Aielli, Enzo Di Natale, e la Provincia sulla questione della strada provinciale a ridosso del ponte del “Fosso Romito”,  che pare essere in stato di cedimento strutturale.

Riceviamo e pubblichiamo la nota della Provincia: «L’amministrazione della Provincia dell’Aquila, come dimostra la programmazione triennale delle opere pubbliche 2018/2020 e i lavori in corso d’opera o già eseguiti, lavora indistintamente sull’intero territorio e, in modo particolare, sulle urgenze che derivano da anni di completo abbandono del sistema viario. In particolare i quattro consiglieri dell’area della Marsica, in primis il delegato alla viabilità, Gianluca Alfonsi, i consiglieri Alfonsino Scamolla, Roberto Giovagnorio e il vice presidente Alberto Lamorgese, hanno, dai primi giorni di consiliatura, concentrato la propria azione sulle situazioni più complesse, irrisolte o dimenticate, organizzando un’agenda di immediata operatività. Anche la problematica inerente il tratto di strada provinciale n. 61, in particolare il ponte sul “Fosso Romito”, ha riguardato queste priorità, come dimostra la corrispondenza (che alleghiamo) che la Provincia dell’Aquila ha stabilito sia con il CAM (Consorzio Acquedottistico Marsicano) che con il Comune di Aielli in data 15 gennaio 2018.

Nota CAM 995 del 15.01.2018

Ricordiamo al Sindaco di Aielli, Enzo Di Natale, che tutto l’Ente e, in modo particolare i consiglieri della Marsica, sono vigili, attenti e operativi, “sveglissimi”, come dimostrano gli atti e il lavoro, fino a questo momento svolto unicamente a titolo gratuito, che non ha in alcun modo penalizzato aree o amministrazioni comunali. Comprendiamo l’imminenza della competizione elettorale regionale che il Sindaco, evidentemente, sente in modo particolare, ma deve prima di tutto condividere, come fanno tutti i Sindaci,  gli atti formali inviati dalla Provincia e intraprendere, come ha fatto nel passato con il consigliere delegato Gianluca Alfonsi (che ha pubblicamente ringraziato per l’impegno), con questa amministrazione, ogni attività per un’immediata soluzione della problematica, senza polemiche o clamori mediatici. Agiamo nell’integrità morale e la consapevolezza di rappresentare tutti, nel dovere di un mandato che stabilisce innanzitutto il bene dei cittadini che non ha appartenenze o distinzioni ma bisogni da soddisfare. La Provincia c’è e lavora».

Non si è fatta attendere da parte del  risposta del Sindaco: «Io sollevo questioni che riguardano la sicurezza di un ponte, loro rispondono parlando di elezioni regionali. Tutto questo è inaccettabile.

Entrando nello specifico, la lettera richiamata dalla provincia è datata gennaio 2018, è l’unico documento prodotto dall’ente ed è in risposta ad un nostro sollecito. Sono passati 11 mesi, da allora nulla è stato fatto – continua Di Natale – il ponte (come tutta la Varanese) è in uno stato di  completo abbandono con il risultato che la situazione è visibilmente peggiorata. Il guardrail poggia vuoto, l’asfalto sta cedendo e la struttura del ponte è soggetta ad usura continua. Per questo ieri ho chiesto un sopralluogo ai Vigili del Fuoco per acquisire un parere consultivo sullo stato di salute del ponte. Per quanto riguarda una mia eventuale candidatura alle prossime elezioni regionali – conclude il Sindaco – invito i consiglieri provinciali a non mischiare argomenti diversi tra loro. Ho sollevato questioni che riguardano la sicurezza delle nostre strade, loro rispondo parlando di campagne elettorali. Tutto questo è vergognoso e ridicolo. Mi auguro che nel prossimo futuro la provincia e i suoi rappresentanti impieghino il loro tempo a risolvere i molti problemi che affliggono le varie strade di loro competenza e non pensino invece ai futuri impegni elettorali».