MORINO. AVVIATI I LAVORI DI RECUPERO DEL BORGO VECCHIO. IL CENTRO ROVETANO DIVENTA META TURISTICA DI ECCELLENZA

MORINO – Inaugurati questa mattina i lavori di recupero e valorizzazione del borgo di Morino Vecchio alla presenza del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, dei Sindaci e delle Autorità, degli alunni delle scuole della Valle Roveto e del Comitato dei cittadini che hanno collaborato al recupero del borgo.

L’intervento di recupero del borgo abbandonato nasce da un percorso attivato da anni, grazie all’instancabile lavoro dell’Amministrazione comunale e tanti volontari. Tale percorso con gli ultimi interventi realizzati fa un ulteriore passo avanti, attraverso la realizzazione del progetto di recupero finanziato dalla Regione Abruzzo con i Fondi Par Fsc 2007-2013 per recuperare e rendere fruibili siti abbandonati e detrattori ambientali, rafforzando la qualità delle politiche ambientali nei territori.

Gli interventi hanno reso fruibili nella massima sicurezza alcuni percorsi; è stato recuperato l’antico fontanile sulla piazza d’erba e realizzato giardini di piante officinali tra i ruderi dell’antico abitato. Sono stati posizionati nuovi pannelli informativi che raccontano la storia del borgo e della Valle Roveto e una App gratuita che, interagendo con dispositivi beacon Btle collocati sui pannelli, permette all’utente di ascoltare audio informativi in italiano e inglese, con la fruizione dei contenuti anche per non vedenti.

Il Sindaco Roberto D’Amico ha dichiarato: «Sono felice di vedere tanto interesse e motivazione da parte dei miei concittadini per questo luogo di grande pregio che rappresenta la nostra storia e le nostre radici. Un evento drammatico, come lo è stato il terremoto della Marsica del 1915, spesso crea lacerazioni profonde nelle comunità locali, interrompe una continuità tra il passato e il presente. A Morino Vecchio stiamo realizzando un percorso di riappropriazione sociale avviato ormai da più di 20 anni. Il borgo di Morino vecchio sta diventando sempre di più un nuovo polo di attrazione turistica e paesaggistica per i tanti visitatori della Riserva Zompo lo Schioppo».

Il sindaco insieme al Presidente del Comitato Civico per Morino Vecchio, Dott. Giancarlo Rossetti, l’Arch. Rita Rufo ha illustrato il progetto realizzato, mentre gli alunni della scuola di Morino e Civita D’Antino hanno esposto il risultato del percorso didattico attivato. L’antico borgo ha mantenuto tutto il suo fascino e vale veramente la pena di visitarlo. Rappresenta le radici e la memoria di una comunità orgogliosa del suo passato.