AVEZZANO – Pista ciclabile e area di sosta su via XXIV Maggio, ad Avezzano, creata dal Comandante solo ed esclusivamente per impedire definitivamente il ritorno del mercato in quella zona. La tesi è avanzata dai consiglieri del Pd Roberto Verdecchia e Domenico Di Berardino, che accusano, peraltro, primo cittadino e maggioranza di aver creato artificiosamente questo complesso viario probabilmente senza nemmeno il rispetto della normative sulla strada. Una nuova trovata frutto del solo volere di chi sta nel Palazzo, senza confrontarsi e senza valutare l’impatto sulla città.

Questa la nota dei due consiglieri di opposizione del Pd: «Ampliamento della pista ciclabile nella parte finale di via XXIV Maggio, chiaramente e volutamente prevista esclusivamente per impedire l’utilizzo di una strada così ampia e sicuramente adatta allo svolgimento del mercato storico del sabato, il tutto per creare ulteriore confusione in una città già allo sbando non solo politico, ma anche commerciale e ricreativo.

Domenico Di Berardino
Roberto Verdecchia

Con l’ “ingegnosa” trovata dell’attuale primo cittadino, oggi pro tempore, e dei suoi più stretti “accoliti”, gli stessi, accecati dal voler trovare la quadra ed i numeri per l’ “esistenza nella vita politica”,  non si sono resi conto che così facendo hanno ristretto la carreggiata del traffico veicolare lungo via XXIV Maggio che da sempre è stata a due corsie. Hanno permesso (furbamente) un’immaginaria area di sosta che  molto probabilmente non rispetta il Codice della strada, vista la distanza della stessa dall’altra area di sosta posta sulla sinistra (lato Piazza Torlonia), in modo tale da creare un unico incolonnamento sino ad una decina di metri dai semafori dell’intersezione tra via XXIV Maggio, via Roma e via America.

Tanto per capirci, non si è fatto altro che congestionare il traffico urbano nel cuore della città, con ulteriori immissioni di gas e polveri sottili a ridosso del secondo parco verde più grande della beneamata città.

È giunto il tempo che tutti i consiglieri di maggioranza prendano le distanze dall’“imperatore”, mettendolo così a conoscenza quantomeno che non saranno ancora una volta complici di ulteriori azioni negative ai danni dei cittadini, ormai non più propensi a sopportare le sue inaudite “follie”. – I Consiglieri Comunali Roberto Verdecchia e Domenico Di Berardino».