NUOVI PERCORSI LUNGO L’ANTICA VIA VALERIA ED IL SENTIERO EUROPEO E1

ALBA FUCENS – Nel pomeriggio di venerdì 9 agosto alle ore 17 andrà in scena il quarto appuntamento della manifestazione “Dall’Alba al tramonto” dal titolo “Nuovi percorsi lungo l’antica Via Valeria: il sentiero europeo E1”. Ad organizzare tale appuntamento è la Sovrintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo che dopo i grandi successi delle tre manifestazioni precedenti, vuole sorprendere il visitatore portandolo all’interno di una realtà dell’antica Roma, ovvero la strada, in un’ottica moderna, europea e turistica, ovvero il sentiero E1. L’appuntamento sarà all’ingresso degli scavi archeologici.

59764936_10219355348903531_134334533930582016_nRicordiamo che la via Tiburtina Valeria fu fatta edificare attorno al 286 a.C dal console Marco Valerio Massimo Potito con lo scopo di collegare Roma con le colonie di Carseoli e Alba Fucens fino ad arrivare alla città di Corfinio. Sotto l’impero di Claudio, tra il 48 ed il 49 d.C la Tiburtina Valeria venne allungata verso Ostia Aterni (ovvero Pescara). Da qualche mese la Sovrintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo si è resa protagonista della riscoperta del tratto urbano di Alba Fucens della via Valeria.

Viceversa, molto più recente è la storia del sentiero europeo E1. Creato il 2 luglio del 1970 è composto da 7.000 km il luogo di partenza si trova a Capo Nord in Norvegia mentre l’arrivo si trova in Sicilia precisamente a Capo Passero.

È un sentiero molto affascinante che attraversa ben sei stati europei (Danimarca, Germania, Italia, Norvegia, Svezia e Svizzera) e da poco è stato attivato un tratto all’interno della nostra Marsica.

Annunci