AVEZZANO. UOMO PROTESTA IN COMUNE PER AVERE SUSSIDI. FINISCE IN CARCERE

carcere di avezzanoIl carcere di Avezzano

Trentacinquenne del posto ha minacciato atti di violenza contro se stesso e poi ha reagito nei confronti dei poliziotti

AVEZZANO – Trentacinquenne di Avezzano arrestato, dopo aver minacciato atti di violenza contro se stesso negli uffici comunali del capoluogo marsicano, per oltraggio resistenza e violenza su pubblico ufficiale.

Avezzano_commissariato

Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, gli uomini della Squadra Volante del Commissariato di Polizia di Avezzano, sono intervenuti presso la sede dei servizi sociali del Comune di Avezzano, a seguito di richiesta pervenuta al 113 a causa del comportamento di una persona, il trentacinquenne appunto, che stava creando problemi minacciando atti di autolesionismo, allo scopo di ottenere dei sussidi. Gli agenti hanno identificato A.R., con problemi di tossicodipendenza, che dal successivo controllo è risultato peraltro sottoposto a libertà vigilata con obbligo di dimora presso una comunità di recupero in  provincia di Bologna.

Alla richiesta degli agenti di seguirli, lo stesso  ha iniziato ad inveire contro i poliziotti e, nel tentativo di darsi alla fuga, ha sferrato un pugno colpendo al volto uno degli operanti. Immediatamente bloccato, è stato accompagnato presso il Commissariato di Polizia dove l’uomo è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale nonché per le violazioni degli obblighi prescritti con la libertà vigilata. Al termine degli adempimenti di rito, lo stesso è stato associato presso la Casa Circondariale di Avezzano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.