AUTOPSIA E INCHIESTA A 360 GRADI SULLA MORTE DELL’AGRICOLTORE GIACINTO FLAMMINI

Messaggio Pubblicitario Elettorale

Il Pm Timpano ha disposto l'esame medicolegale per chiarire le cause del decesso dell'umo dopo l'incidente col trattore

AVEZZANO – Si è svolto nel pomeriggio l’esame autoptico sul corpo di Giacinto Flammini, sessantaseienne agricoltore di Castelnuovo deceduto dopo venti giorni di agonia a seguito di un incidente stradale.

ospedale avezzano

L’uomo, lo scorso 1 agosto, stava percorrendo al strada per Castelnuovo, frazione di Avezzano, a bordo del suo trattore con la fresatrice attaccata al rimorchio. Da dietro è sopraggiunto un automobilista di 92 anni, che averebbe urtato la fresatrice causando uno squilibrio nell’asse de trattore. Inevitabile l’incidente e lo sbalzamento fuori dal mezzo del povero Flammini che fu subito soccorso dal 118 e ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Avezzano.

Antonio Milo

Antonio Milo

verdecchia_roberto

Roberto Verdecchia

Ora, sopraggiunto il decesso, il Pm Timpano, della procura di Avezzano, ha chiesto e fatto svolgere l’autopsia per ricercare sa le cause dell’incidente connesse alla morte dei Flammini ma anche eventuali concause derivanti da possibili errori nell’assistenza medica. I risultati dell’autopsia, svolta davanti ai periti delle parti, saranno resi noti fra 90 giorni.

L’indagato è assistito dall’avvocato Roberto Verdecchia, mentre i familiari del deceduto sono rappresentati dall’avvocato. Antonio Milo.

Messaggio Pubblicitario Elettorale