SANTE MARIE. NASIM ESHQI SCALA LA FALESIA DI PIETRA PIZZUTA

CLIMBER IRANIANA A SANTE MARIE (7)

La climber iraniana diventa ambasciatrice nel mondo del Comune santemariano

SANTE MARIE –  Non poteva che aprirsi con un evento all’aria aperta, il settembre a Sante Marie. Questo mese, che solitamente rappresenta il passaggio dall’estate all’autunno, e che porta con sé rinnovati ritmi e attività, viene spesso visto come occasione per dedicarsi a escursioni e sport all’aria aperta, anche grazie alla possibilità di godere di temperature adatte a svolgere determinate pratiche. Nel piccolo borgo marsicano, conosciuto in tutta Italia per il sempre più frequentato “Cammino dei Briganti” e per l’apertura al turismo ecosostenibile, gli eventi all’aria aperta sono una piacevole consuetudine. Nella giornata di ieri, nei pressi della falesia di Pietra Pizzuta, situata a 1.200 metri di altitudine, all’interno dell’affascinante riserva naturale Grotte di Luppa, si è svolta una bellissima giornata dedicata all’arrampicata sportiva.

CLIMBER IRANIANA A SANTE MARIE (7)Questo angolo di verde, riaperto al pubblico non più tardi di dodici mesi fa grazie a un preciso piano di valorizzazione del territorio marsicano, in brevissimo tempo è divenuta location sempre più apprezzata e visitata da turisti e appassionati di montagna e trekking. Il piano di recupero, inoltre, mira a far crescere la comunità locale attraverso la cooperazione tra più soggetti, sia pubblici che privati, incentivando quindi le microeconomie del posto e la collaborazione tra le locali realtà associative. Principale promotore di tale potenziamento è stato il Comune di Sante Marie che ha visto nel supporto tecnico dell’alpinista abruzzese Toto Capassi un genuino e sincero contributo.

L’evento ha visto la partecipazione di un cospicuo numero di persone, tra climber della palestra “Zero Gravity” di Avezzano e appassionati di montagna e sport all’aria aperta. Particolarmente significativa è stata la presenza di Nasim Eshqi, climber iraniana nota sia per la sua grande passione circa l’esplorazione verticale, sia per il messaggio di indipendenza e libertà di cui si fa portatrice nel mondo. Nasim ha scalato per la prima volta la via a lei dedicata (di grado 6c+), che è soltanto una delle linee presenti in falesia, i cui gradi vanno dal 5° all’8°. Le scalate sono visibili all’interno della pagina Facebook dell’associazione BeeClimber.

Presenti, inoltre, Toto Capassi, promotore dei lavori in falesia, Marco Montagliani della palestra di arrampicata “Zero Gravity Climbing” di Avezzano, Fabrizio Salera e Lorenzo Cataldi dell’associazione culturale Beeclimber e Francesca Broghetti, ideatrice e regista del documentario “Climbing Iran”, dedicato a Nasim e che verrà diffuso a fine 2019. A conclusione della giornata il sindaco di Sante Marie, Lorenzo Berardinetti, ha consegnato alla climber Nasim Eshqi lo stemma del Comune. Il riconoscimento è un attestato di stima che viene dato in maniera esclusiva alle persone che con la loro attività portano nel mondo il nome di questo bellissimo borgo marsicano.