PRIMI CEDIMENTI PER LA NUOVA FONTANA, IL MARMO LATERALE PRESENTA UNA VISTOSA CREPA

La segnalazione ci giunge da un lettore

AVEZZANO – Gli ex amministratori, qualcuno in particolare per la precisione, oltre a non essere attenti alle direttive ed ai vincoli, oltre a non conoscere i progetti nella loro integrità e la consistenza della sostanza costitutiva nella sua unità e totalità, tanto da presentare, forse, un ricorso alla soprintendenza sul vincolo inesistente di due incroci, si sono fatti sfuggire, invece, che la tanto sbandierata opera di riqualificazione del centro ha già dei cedimenti strutturali.

È di questa mattina la segnalazione che ci giunge da un nostro lettore che, passeggiando in piazza, ha notato delle grandi crepe sul lato della nuova fontana e ci ha inviato la foto che alleghiamo.

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato un articolo in cui l’ingegnere Di Cintio documenta un abbassamento della piazza e delle scale della Cattedrale oltre alla pavimentazione della parte frontale alle stesse dove sembra che si sia abbassata di diversi centimetri.

Il nostro disappunto, chiaramente, è rivolto all’ex amministrazione che, pur di completare i lavori il più velocemente possibile, ha trascurato, oltre alla spesa ingente sulle spalle dei cittadini, anche la qualità delle opere, come, appunto, nel caso della piazza che presenta gravi problemi di fognature che forse andavano risolti prima della pavimentazione, perché ora il rischio è quello di spendere due volte soldi pubblici per la stessa opera.

Per le cause delle crepe sul marmo apparse sulla fiancata della fontana non entriamo nei meriti, certo è che ci attendiamo delle valide giustificazioni per l’accaduto da chi è del mestiere.