F1: SESTA POLE POSITION CONSECUTIVA PER LA FERRARI IN MESSICO

In Messico, di nuovo le Ferrari in prima fila.

AVEZZANO – Rocambolesca pole position conquistata dalle due Ferrari a causa di un incidente a Bottas, pilota di una delle due Mercedes. L’incidente ha causato una penalizzazione a Verstappen che aveva fatto registrare la miglior prestazione, ma in presenza dell’incidente di Bottas non ha rallentato come previsto dal regolamento e quindi è stato penalizzato in griglia.

Vediamo l’accaduto.

Le prove del sabato si sono svolte con ritmo altalenante. Ferrari, Mercedes e Red Bull se le sono date di santa ragione a colpi di decimi e centesimi, per conquistarsi la pole position per la gara di domenica. Numerosi sono stati anche gli errori da parte dei piloti, che hanno dovuto spesso fare i conti con il degrado delle gomme data la particolarità del circuito. Infatti, lo ricordiamo, si corre ad oltre 2200 m di altitudine e ciò mette a dura prova i propulsori e l’aerodinamica delle vetture. Si arriva, comunque, alla terza parte delle prove (Q3) con i top team che cominciano ad inanellare giri veloci in continuazione e ad alternarsi nelle posizioni provvisorie in griglia.

Si arriva, quindi, agli ultimi minuti e le squadre si preparano al rush finale con la situazione in griglia che vede Verstappen, Leclerc, Vettel e Hamilton separati da pochi decimi l’uno dall’ altro. Partono, quindi, nell’ ordine: Mercedes, Ferrari e Red Bull, tutti con gomma rossa per fare quell’ unico giro che, ad ognuno avrebbe dovuto assicurare la pole position. È Bottas a prendere subito il largo e i suoi tempi sono ottimi tanto da far pensare che sarà lui a prendere la prima posizione. All’ ultima curva, prima del rettilineo finale, qualcosa va storto; la sua Mercedes entra in sovrasterzo e si schianta violentemente contro le barriere della tribuna. Nessuna conseguenza per il pilota e scattano subito le bandiere gialle, ma Verstappen, anche lui in volata, le ignora e non alza il piede come richiesto dal regolamento tagliando il traguardo con il miglior tempo. Le due Ferrari che erano subito dietro, rallentano in presenza dell’incidente e quindi il loro giro è compromesso.

Il team Red Bull inizialmente gioisce della situazione, ma Verstappen viene convocato dai commissari per esaminare i fatti, in quanto, si configura una violazione del regolamento in relazione alla sicurezza. Alla fine la decisione è presa: il tempo sul giro di Verstappen viene annullato con una penalità di tre posizioni in griglia di partenza. Una leggerezza che è costata la pole position al pilota olandese a vantaggio delle Ferrari che erano in seconda e terza posizione. Risultato finale quindi: Ferrari entrambe in pole position con Leclerc e Vettel, Hamilton e Verstappen subito dietro.

Dopo tali fatti, si prevede domenica una gara entusiasmante che vedrà battaglia già in partenza e che in ogni caso, su tale circuito, risulteranno decisive anche le strategie ai box.

Domani alle ore 20,10 ne vedremo delle belle.

Restate sintonizzati.