LA SINGOLARE VICENDA DEL CIMITERO DI CELANO UBICATO SUL TERRITORIO DI AIELLI

Tramite un'azione congiunta dei sindaci Settimio Santilli e Enzo Di Natale, presto i nostri defunti torneranno a riposare sul territorio di Celano

CELANO – È una situazione alquanto insolita ed ambigua, quella che riguarda il cimitero del Comune di Celano, che sorge dal 1887 sul territorio del Comune di Aielli.

Situazione che negli anni ha causato non pochi problemi amministrativi. Abbiamo interpellato i rispettivi sindaci per un approfondimento sullo sviluppo del procedimento volto alla riconsegna dell’area cimiteriale al comune celanese.

“Siamo un popolo con tante virtù ed una singolarità tutta nostra” – dichiara il Sindaco di Celano Settimio Santilli, in un’intervista concessa alla nostra redazione – “Nelle migliori delle ipotesi nasciamo ad Avezzano e troviamo il giusto riposo ad Aielli. Dal 1887 l’area del cimitero della nostra municipalità si trova infatti sul territorio del Comune di Aielli. Penso sia giunto il momento, insieme all’amministrazione di Aielli, che ha già espresso la propria intenzione favorevole in merito, e che ringrazio nella persona del sindaco Enzo Di Natale, di risolvere questa problematica che ha generato una serie di situazioni burocratiche spiacevoli”.

“Si tratta quindi di una proposta concordata e condivisa con l’amministrazione di Aielli. Percorreremo un iter legislativo che fa riferimento alla legge regionale n.143 del 1997 per chiedere, dunque, una variazione dei confini dei due territori, previa approvazione di delibera di entrambi i comuni” – continua Santilli – “A seguito, queste variazioni, dovranno essere vagliate dalla Giunta Regionale che dovrà dare il benestare all’accordo tra le due municipalità”.

“Una volta che gli uffici tecnici avranno redatto apposita cartografia, con l’unione di intenti delle parti, non credo che i tempi per avere pieno possesso del territorio siano molto lunghi. Si tratta di una procedura quindi fondamentale e storica per tutti e due i comuni. È un’attività a completo interesse delle due comunità. Celano potrà avere il cimitero nella piena totalità del possesso ed Aielli, non avendo nessun vantaggio da questa proprietà, andrebbe ad evitare molti iter burocratici che si sono protratti fino ad oggi. Sarà premura, inoltre, di questa amministrazione, una volta che il cimitero sarà sul territorio celanese, ampliare il parcheggio già esistente e ristrutturare la vecchia scala, rendendola più agevole per le persone anziane” – conclude il sindaco di Celano.

Enzo Di Natale, sindaco di Aielli, contattato telefonicamente dalla nostra redazione, ha dichiarato: “La situazione del cimitero, con l’evoluzione che ha avuto la normativa in materia urbanistica, igiene e sicurezza, è diventata una bomba. Il fatto che Celano sia proprietario di un cimitero che grava sul territorio di Aielli comporta una serie di conseguenze e adempimenti ed è quindi un problema che va affrontato quanto prima”.
“Ogni pietra o mattone che si poggia su quel cimitero presuppone un’attenzione massima, proprio in virtù di questa anomalia che credo vantiamo solo noi in Italia. Questo, unito al fatto che siamo due paesi che hanno sempre collaborato, ci ha portato ad avviare l’iter che sarà sicuramente lungo e complesso, ma fortemente voluto da entrambe le amministrazioni”.


“Quello da portare avanti è anche un impegno morale e “umano”, ossia di rispetto per i defunti che rimarrebbero definitivamente a Celano. Tutto è riferito solo ed esclusivamente all’area in cui è ubicato il cimitero. Il resto del territorio resterà così com’è” – conclude Di Natale.