AVEZZANO. ACCOLTELLATO ALLA GOLA MAGREBINO, SANGUE E PAURA ALLA STAZIONE FS

AVEZZANO – Ancora scene da Bronx alla stazione ferroviaria di Avezzano,  dopo una lite tra stranieri è spuntato, puntualmente, il coltello e ad avere la peggio un marocchino. Alla base del gesto sembrerebbe esserci la solita motivazione del regolamento dei conti sulla zona di spaccio o il pagamento non avvenuto della droga. Addirittura, si ipotizzerebbe una tentata estorsione.

Sul posto è stato necessario l’intervento di una pattuglia della polizia del commissariato di Avezzano. L’uomo, autore dell’accoltellamento, sembrerebbe non essere stato accondiscendente alla richiesta di denaro ed ha sferrato la coltellata al connazionale, colpendolo alla gola. Un terzo attore della vicenda pare essere stato coinvolto nella bagarre, riportando la frattura del setto nasale.

Sono intervenuti gli operatori del 118. I feriti sono stati trasportati all’ospedale di Avezzano. L’uomo accoltellato si troverebbe in gravi condizioni, avendo perso molto sangue, ma non in pericolo di vita.

Fermato l’aggressore e portato in commissariato.

Aggiornamento ore 23.30

Questa sera, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Avezzano, a conclusione indagini, hanno denunciato all’A.G. competente per lesioni personali e porto abusivo di oggetti atti a offendere il cittadino marocchino Y. G., classe 1990.

L’uomo, nel pomeriggio odierno, nel corso di una lite per futili motivi avuta nei pressi della stazione ferroviaria, colpiva al collo ed alla fronte un connazionale con un coltello da cucina.

La vittima, immediatamente soccorsa, veniva medicata e dimessa con una prognosi di 15 giorni.

Il coltello utilizzato è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro.