LFOUNDRY, UILM: “INVESTIMENTI INSUFFICIENTI, CHIARIMENTI SU FUTURO”

COMUNICATO STAMPA

AVEZZANO – “Durante l’incontro di oggi al Mise l’azienda ha illustrato un sommario ed incompleto piano industriale che  prevede un investimento di 18 milioni di euro che riteniamo assolutamente insufficiente ed esiguo per rilanciare e garantire occupazione nel medio e lungo periodo”. Lo dichiarano unitamente Michele Paliani, Responsabile nazionale Uilm, e i rappresentanti Rsu Uilm del sito di Avezzano di Lfoundry.

“L’azienda – continuano – si è resa disponibile ad anticipare il termine del Contratto di solidarietà, tuttavia sono state confermate un eccesso del 20% delle ore lavorabili. Inoltre i rappresentanti di LFoundry hanno posto l’accento su altri temi che incrementano il costo del lavoro quali assenteismi ed inefficienza”.

“Rimaniamo in attesa – spiegano – di conoscere elementi idonei ad una valutazione più approfondita ed attenta del piano industriale e dell’analisi complessiva dell’incidenza dei costi. Questo ci consentirebbe di affrontare le discussioni che sono state rimandate in sede ministeriale al confronto con le organizzazioni sindacali”.

“Resta inteso sin da ora – concludono – che la partita della competitività del sito di Avezzano e delle sue straordinarie competenze non si può giocare agendo solo sul costo del lavoro e su downgrade tecnologico”.