CELANO, COVID: REGISTRATO 1 SOLO NUOVO CASO POSITIVO. SANTILLI: “FORZA CHE CE LA FACCIAMO”

Le azioni del Sindaco per il contrasto del Coronavirus

CELANO – Sono 78, in totale, le persone contagiate nel Comune di Celano: il numero più basso dagli inizi di Novembre.
Nella giornata di ieri è stato registrato 1 solo nuovo caso positivo, mentre 13 sono le persone che si sono negativizzate.

A comunicarlo è il Sindaco della Città, Igegnere Settimio Santilli:

Ieri abbiamo avuto 1 nuovo caso positivo a Celano, mentre 13 persone sono definitivamente guarite e quindi escono dalla quarantena.

I CONTAGIATI ATTUALI NEL COMUNE DI CELANO SCENDONO A 78 i ceppi familiari attuali interessati dalle positività scendono a 37.

Il 3 novembre avevamo raggiunto il picco di 136 positivi.

Ora non dobbiamo assolutamente rilassarci, mantenendo alta, altissima la nostra attenzione.

Forza che ce la facciamo!”.

Dall’inizio dell’emergenza pandemica il sindaco Santilli ha messo in atto varie misure volte a contrastare il dilagarsi e diffondersi del coronavirus:

  • consegna mascherine tutti i cittadini e commercianti di Celano;
  • convenzione clinica Immacolata per tamponi;
  • istituzione del C.O.C comunale;
  • creazione di uno sportello psicologico online;
  • erogazione di bonus alle famiglie in difficoltà ed alle attività commerciali, artigianali e produttive del territorio che durante il primo lockdwon hanno dovuto chiudere (circa 540.000 euro distribuiti);
  • consegna dei pacchi alimentari attraverso la Protezione Civile di Celano;
  • sanificazione periodica dei locali pubblici e donazione di un sanificatore alle scuole;
  • vigilantes all’esterno della scuole per evitare assembramenti;
  • campagna di sensibilizzazione a tutta la cittadinanza;
  • entrata a scaglioni, dopo misurazione della febbre, al palazzo comunale;
  • Punto Covid del Comune di Celano: l’unico che ad oggi ha il vero tracciamento delle persone positive e delle persone negativizzate;

 

Nella giornata di martedì la Asl ha dato parere favorevole per l’utilizzo della struttura “Peter Pan” per l’effettuazione, già dalla prossima settimana, dei tamponi antigenici rapidi.
I test saranno effettuati dai medici di base secondo le disposizioni delle autorità sanitarie e secondo le modalità ed i tempi indicati dai medici ai loro pazienti.