WEEKEND CON IL LUDOBUS DI “OFFICINE SINERGICHE”, NEI PAESI TERREMOTATI DELL’AQUILANO

di Ferdinando Mercuri

AVEZZANO – Weekend con il Ludobus di “Officine Sinergiche”, sabato e domenica prossimi, in alcuni paesi aquilani colpiti dal sisma. Il progetto è realizzato da Officine Sinergiche di Avezzano con il contributo della Fondazione Carispaq ed ha l’obiettivo di creare una ludoteca mobile tramite materiali di riuso.
Ma di cosa si tratta? Che cos’è un ludobus?
«È una ludoteca itinerante che favorisce una attività pedagogica connessa con la pratica del giocare: educare giocando – spiegano i giovani dell’Associazione – e realizzeremo delle sessioni itineranti a scopo socio-pedagogico e ludico, a favore delle popolazioni maggiormente disagiate a seguito del sisma del 6 aprile 2009».
Il gioco e in particolare il ludobus diventa, quindi, un luogo di condivisione e di incontro relazionale, di partecipazione culturale e di inclusione sociale.
Gli interventi verranno realizzati: sabato 5 maggio, dalle 15.30 alle 19.30, nella località di Barete (Piazza delle Quattro Noci); domenica 6 maggio, dalle 15.30 alle 19.30, a Roio Poggio, in occasione della Festa delle Tre Croci.
Il progetto “Ludo–Motus” ha l’obiettivo principale di diffondere la cultura del gioco, con strumenti realizzati con materiali di riuso. E nei territori colpiti dal Sisma del 6 aprile 2009 vuole contribuire a definire un modello di condivisione e di diffusione sostenibile realizzando, appunto, una “ludoteca mobile”.
“Ci piacerebbe stimolare e contribuire alla realizzazione di infrastrutture ludiche e sociali all’interno di aree con un elevato numero di bambini e adulti ma con scarsi luoghi e momenti di gioco e di condivisione sociale” dicono i giovani delle “Officine Sinergiche” di Avezzano.
Insomma, diffondere la cultura della manualità come atto creativo nella realizzazione di giochi o altri materiali con il riutilizzo di elementi sottratti al ciclo dei rifiuti e valorizzati nella loro nuova veste.
Il gruppo di “Officine Sinergiche”, a Barete e a Roio Poggio, istallerà le proprie realizzazioni e darà vita alle sessioni ludiche con laboratori creativi e con materiali di recupero, cercando di favorire nei bambini e negli adulti la scoperta delle proprie abilità individuali e far comprendere come in gruppo le capacità realizzative possano moltiplicarsi.
“Officine Sinergiche” nasce con l’obiettivo di perseguire uno stile di vita sostenibile sperimentando e realizzando interventi finalizzati a comprendere il valore della natura, dell’ambiente e delle capacità umane. I soci hanno realizzato un orto sinergico urbano, è stata allestita la sede dell’associazione con la lavorazione di legno di recupero (pallet), vengono realizzati laboratori per la realizzazione di saponi e cosmetici naturali, riutilizzo di carta di giornale e cartone, pasta e pani fatti a mano, cesti e intrecci in vimini, giochi in legno con materiale di recupero. L’Associazione ha iniziato a realizzare e vuole implementare un Ludobus: un contenitore itinerante di giochi e laboratori finalizzato a far praticare e diffondere una attività ludico-didattica per bambini da 5 a 99 anni.