IN SCENA ALL’AULA MAGNA DELL’ITC DI AVEZZANO LA “TRAGEDIA RUSTICANA”

AVEZZANO – Il 21 dicembre, alle ore 11, la bellissima Aula Magna dell’Istituto d’Istruzione Superiore Galilei di Avezzano diverrà il degno palcoscenico di un innovativo spettacolo- progetto dal titolo “TRAGEDIA RUSTICANA”, diretto dal Professor Corrado Dell’Olio, realizzato attraverso un  percorso laboratoriale.

Il progetto ha coinvolto, nella costruzione della drammaturgia originale e nella messa in scena, giovani attori quali Marco Simeoni e Donatella Stornelli che si esibirà anche in veste di cantante, l’attore professionista nonché regista e creatore dei testi, Sandro Argentieri, i cantanti lirici Bianca D’Amore, Alessandro Napolitano e Cristian Alderete che eseguiranno arie operistiche accompagnati dall’Ensemble musicale La Scala di Seta formato da Beatrice Ciofani, violino, Paolo Alfano, clarinetto, Kaori Matsui , pianoforte e Sara Ciancone, violoncello.

Gli operatori e i diversamente abili dell’Associazione Anfass cureranno la scenografia con pannelli figurativi realizzati con diverse tecniche, ispirati alle tematiche evidenziate dal testo e con riferimento ad ambientazione del territorio locale abruzzese.

Lo spettacolo mira a sensibilizzare sia i partecipanti sia la comunità dei fruitori  della performance sulle tematiche dell’amore, della gelosia, del tradimento, l’abbandono, la  violenza di genere, il senso distorto della giustizia, ma anche i valori della famiglia e della spiritualità, emergenti dai testi di base (la novella di Giovanni Verga “Cavalleria rusticana”, presente nella raccolta del 1880 «Vita dei campi», il melodramma di Pietro Mascagni “ Cavalleria rusticana”  – libretto di Giovanni Targioni Tozzeti e musica di Pietro Mascagni  e sulle loro relazioni con tematiche universali in una rilettura attuale  -grazie anche alla rielaborazione di fatti di cronaca della contemporaneità –  e contaminata, che coinvolge linguaggi diversi: la parola, l’azione, la musica, il canto, la pittura.

Il progetto, ideato da Sabrina Cardone, Bianca D’Amore e Sandro Argentieri e realizzato con il Contributo della Regione Abruzzo, è stato sviluppato dall’Associazione “La Scala di Seta” presieduta dal soprano Bianca D’Amore attraverso un partenariato con le seguenti associazioni: Anffas, Sorprendentemente Donne

La Rete ha permesso di sviluppare un approccio proattivo, di crescita individuale e collettiva, espressione artistica, partecipazione alla vita culturale del territorio e del Paese.