LAVORI IN CENTRO. DONATELLI LANCIA IL GRIDO DI DOLORE ALLA REGIONE RACCOLTO SUBITO DA ROBERTO SANTANGELO

AVEZZANO – Lavori pubblici di lunga durata nei centri abitati, il vice Presidente del Consiglio regionale, Roberto Santangelo, accoglie subito la richiesta di auto lanciata da Presidente provinciale di Confcommercio, Roberto Donatelli, e annuncia iniziative.

I fatti sono chiaramente riferiti al cantiere aperto nel centro di Avezzano, dal “Comandante”, sotto Pasqua, sotto Festa della Pietraquaria, sotto Festa della Liberazione e che sta procurando danni importantissimi alle economie delle attività commerciali di quella zona. Donatelli, vista la scarsissima ricettività all’ascolto dimostrata dal “Comandante”, ha deciso di cambiare interlocutore e si è rivolto alla Regione per chiedere risarcimenti agli imprenditori che si trovino in situazioni simili. Dalla Regione è arrivata una risposta dal vice Presidente del Consiglio regionale, Santangelo.

Roberto Donatelli

Roberto Donatelli, Confcommercio, scrive: «Confcommercio, chiede una legge regionale che  indennizzi le attività commerciali danneggiate dal protrarsi delle opere pubbliche di durata significativa, che,  a causa dell’interdizione o della deviazione del traffico veicolare e pedonale, determinano un pregiudizio economico,  dovuto, non solo al mancato guadagno ma anche alla progressiva riduzione della clientela. Esistono già  normative in tal senso in altre Regioni italiane che prevedono,  dei fondi adeguati destinati a risarcire perlomeno parzialmente, i danni documentabili fisicamente da parte degli imprenditori interessati. Confcommercio, solleciterà il Consiglio Regionale ad elaborare al più presto una proposta di legge che racchiude criteri e modalità idonei a risolvere tale problema. Ci sembra opportuno intervenire, afferma il presidente Roberto Donatelli, per sostenere quelle attività commerciali che indubbiamente stanno subendo un danno dai cantieri aperti,  nel centro Città».

Roberto Santangelo

Roberto Santangelo, vice presidente del Consiglio regionale, fa arrivare subito la risposta a Donatelli annunciando una apposita iniziative di legge del Consiglio regionale. Ecco il testo della sua nota: «Sono molti i lavori pubblici che interessano i centri storici e che arrecano non pochi disagi alle attività commerciali che vedono ridurre sensibilmente gli incassi. Per queste ragioni ho predisposto un progetto di legge per aiutare i tanti commercianti e artigiani – ha detto il Vice Presidente del Consiglio Regionale, Roberto Santangelo – che si trovano ad affrontare le difficoltà legate alla presenza dei cantieri che hanno un impatto negativo sulle attività produttive. Già nel 2016 avevo predisposto, insieme ad altri, una proposta di legge di iniziativa popolare, che prevedeva il riconoscimento del disagio economico subito dalle imprese commerciali ed artigiane durante l’apertura di cantieri per la realizzazione di opere pubbliche. Detta proposta, depositata nel 2017 in Consiglio Regionale, non è mai stata esaminata, ed è per questo che oggi, con l’inizio della nuova legislatura, è quanto mai urgente una iniziativa legislativa ad hoc. Questo progetto di legge avrà delle ricadute positive sull’intera Regione dove sono molti i lavori pubblici in corso – ha proseguito Santangelo – prevede il finanziamento di due misure relative: al mancato reddito derivante dal periodo di sospensione o riduzione dell’attività dovuto all’esecuzione dei lavori; ai costi per gli eventuali danni, non altrimenti risarcibili, arrecati alle strutture ed alle attrezzature delle imprese. Per l’attuazione delle misure suddette vengono chiamati in causa Giunta Regionale e Comuni, ciascuno per le proprie competenze così come prevede l’articolato della proposta. L’auspicio è che tale iniziativa, sulla quale mi confronterò anche con le categorie interessate al fine di condividere un percorso, abbia una corsia preferenziale in Consiglio regionale e venga sostenuta fino alla sua approvazione definitiva».