PESCASSEROLI. QUESTA SERA AL BAGLIO VA IN SCENA “1861, STORIE DI BRIGANTI”

Messaggio Pubblicitario Elettorale

Produzione del Tsa con la partecipazione di Alessandra Tarquini, Michele Di Conzo, Marco Valeri e regia di Eugenio Incarnati

PESCASSEROLI – Il Comune e la Pro Loco di Pescasseroli propongono una sfida: guardare alla storia con un linguaggio semplice e divertente per capire e per ricordare. Va in scena martedì 20 agosto, al Baglio di Don Nunzio, ore 21, “1861, storie di briganti” con Alessandra Tarquini, Michele Di Conzo, Marco Valeri, regia, musiche e drammaturgia di Eugenio Incarnati.

Questa nuova produzione del Tsa, in collaborazione con Teatrabile, racconta la nostra storia, la storia dell’Unità d’Italia, tramite vicende piccole, piccolissime e minuscole, per capire, fino in fondo, un fenomeno che parla di noi più di quanto siamo abituati a pensare. I briganti: semplici delinquenti, o eroi?

1861, STORIE DI BRIGANTI

In quegli anni la miseria, la fame, le carestie, le pesti, le tasse, i balzelli che attanagliavano la gente favorirono la diffusione di gruppi di banditi che, nonostante leggi severissime, si facevano sempre più intraprendenti, saccheggiando paesi e castelli senza temere in nessun modo le truppe regolari.
Poco meno di una decina erano le bande armate di schioppi, revolver e stiletti che setacciavano i territori intorno alla Majella, attive dal 1861 al 1867. Questo spettacolo parla di loro tra musica e canzoni originali con leggerezza.Info al 329.67.77.332.

Messaggio Pubblicitario Elettorale