IL PUNTASPILLI – VOCI PER GLI ALBERI

Interviste ai lati della Piazza del Mercato

Siamo ai lati della Piazza del Mercato.
C’è odore di legna tagliata.
C’è silenzio.
Alcune persone guardano la Piazza vulnerata e i resti degli alberi…
Uno dei platani è ancora in piedi, capitozzato completamente…
IMG_7863red002.JPG

E’ stato fatto uno scempio, – commenta A.C. scuotendo il capo – sembrava che si potessero salvare… Anzi avevan detto che sarebbero stati salvati…Ed invece ecco qui!
Sembrava che dovessero fermare i lavori, – fa eco A.S. – invece i Carabinieri Forestali han preso solo carte in Comune…
Abbiamo raccolto 1.500 firme e non son bastate!” – commenta sgomenta D.G.
Sono solo alcune voci raccolte ai margini della piazza recintata. Stan lì, quasi aggrappati alla grata della rete di perimetrazione. Sono abitanti e commercianti della Piazza del Mercato.
IMG_7861red001
Han detto che eran malati!” – accusa F.M.
Macché! – ironizza G.V. – E’ stata una farsa… Il progettista si è smentito da solo… Ma poi è stato davvero lui a prevedere il taglio?
Ma il WWF, dove è stato? – dice con un po’ di rabbia E.D. – Han voluto la pista ciclabile e gli alberi?”
Bah! Il WWF! – ironizza E.M. – Buoni quelli! Radical chic in bicicletta…Ma poi niente di più!”
Povera Piazza mia! – fa ancora G.D. – Mi fa piangere quel che ha scritto o detto il vecchio sindaco: che questa piazza era residuale… Ma c’è mai stato davvero, qui tra di noi?
Forse, – ipotizza ancora A.C. – ci sarà qualcuno che sarà contento ora! Così avrà spazio per mettere i tavolini…”
Cerchiamo di saperne di più, ma è calato il silenzio, stan lì tutti muti, rassegnati, trasognati, mentre anche l’ultimo platano cade a pezzi…

IMG_7871red003
Resta il ricordo di una immagine: quella di una elaborazione artistica, una sorta di Piazza Impossibile, forse è solo una visione di occhi rigati dal pianto, che fan vedere come attraverso una specie di prisma che scompone il ricordo…

piazzaimpossibile

Le fotografie, a parte quella in evidenza, sono di Giovanni M. De Pratti.