AVEZZANO. DEGRADO E SPORCIZIA IN LARGO VALERIO FIASCA, I RESIDENTI PROTESTANO

AVEZZANO – Nei giorni scorsi, sollecitati dai nostri lettori, ci siamo recati presso “largo Valerio Fiasca”, nella zona Sud di Avezzano.

Ad attenderci alcuni residenti che ci hanno voluto raccontare lo stato d’abbandono e del conseguente degrado del posto.
La piazza, “regalata” ai cittadini dall’allora Amministrazione Floris, è ormai da tempo, nonostante le sollecitazioni dei residenti, oggetto di disinteresse da parte delle Amministrazioni che si sono succedute.
Il largo, dove esistono alcune panchine nelle quali i residenti potrebbero passare del tempo in relax, sembra prendere sempre più le sembianze di una foresta.
Andiamo per ordine: Questo luogo, come diversi altri posti della città, nel mese di maggio viene percorso dalla Processione e per far in modo che la stessa attraversi la zona decentemente ed in sicurezza, i  residenti, intervengono autonomamente tagliando l’erba e pulendo l’area per permettere il passaggio del corteo religioso.
Una delle donne che era ad attenderci, ci dice come tutte le mattine, alla buon’ora, ormai da mesi, si adopera per pulire il largo dalla sporcizia e dalle erbacce che crescono ormai a dismisura intorno al perimetro  della piazza.
I residenti sono esasperati e pretendono il decoro e la pulizia dell’ area antistante le loro abitazioni poiché anche loro, come gli abitanti del centro cittadino, pagano sistematicamente i tributi dovuti.
Il muro di una delle abitazioni viene ripetutamente usato, da persone che tornano dai campi, come orinatoio e la proprietaria dell’abitazione è ormai stufa di pulire di chi pensa bene di usare il muro dell’ immobile di proprietà come una toilette.
Il perimetro del largo Fiasca, in origine era circondato da alcune siepi che non avrebbero dovuto superare il metro e mezzo di altezza.
Oggi, quelle piante risultano essere diventate erbacce di 3 metri, ove dietro le stesse,  sono presenti rifiuti di ogni genere e, sedersi sulle panchine adiacenti la siepe, comincia ad essere pericoloso, poiché dalle erbacce cresciute a dismisura senza manutenzione alcuna, potrebbero venir fuori grossi ratti o rettili.
Insomma, l’abbandono ed il degrado della zona è visibile ad occhio nudo e le foto che alleghiamo sembrano non aver bisogno di commenti.
La speranza dei residenti, è che attraverso questa segnalazione, qualcuno intervenga, ristabilendo il giusto decoro per permettere alle persone che volessero fruire della zona di poter passare del tempo in relax, senza la sporcizia ed il cattivo odore proveniente dalle siepi ormai abbandonate.