TRASACCO. INCENDIA RIFIUTI NEL CENTRO DEL PAESE MA VIENE PESANTEMENTE SANZIONATO

TRASACCO – Ancora una volta, lo scarso senso civico e il non rispetto delle basilari regole di convivenza di alcune persone hanno dato luogo ad uno sgradevole episodio. A Trasacco, in pieno centro cittadino, sono stati dati alle fiamme dei rifiuti, un misto tra indifferenziata e organico. Richiamati da un forte odore di fumo acre, alcuni cittadini hanno allertato la locale Polizia municipale che, guidata dal comandante Titti Colangelo, si è subito recata sul posto, dove si sono trovati davanti un mucchio di immondizia che stava bruciando nella corte di un’abitazione.

“Non è pensabile oggi – afferma il Comandante Titti Colangelouna cosa del genere, nonostante tutti gli sforzi che un’Amministrazione faccia per appaltare il servizio porta a porta e organizzare il ritiro dei rifiuti, anche ingombranti, nel modo più efficiente possibile per i cittadini. Noi come Polizia locale non tolleriamo queste infrazioni e siamo molto severi nel loro accertamento, applicando la sanzione massima prevista”.

Proprio per tali motivi, nei confronti dei responsabili del rogo nel centro cittadino si è proceduto alla stesura dei verbali amministrativi, relativi alle infrazioni del regolamento del servizio di raccolta porta a porta non tralasciandone alcuna, applicando tutte le sanzioni per un importo di euro 400,00.

“Non è sempre facile risalire al responsabile – conclude il Comandante Colangelo –  soprattutto se ci si trova davanti a micro discariche che compaiono dalla sera alla mattina, ma mettiamo in campo tutte le forze di cui disponiamo e le sanzioni massime previste perché sono infrazioni non tollerabili. Anche per questo facciamo appello al senso civico di tutti i cittadini”.

Un altro episodio sui rifiuti, sempre legato alla mancanza di senso civico, si era verificato non molto tempo fa. Ricordate la discarica abusiva rinvenuta in zona Candelecchia  e di cui ci eravamo occupati? Ebbene, le indagini hanno permesso di scoprire che i sacchi provenivano da alcune tabaccherie di Avezzano anche se queste sono risultate essere completamente estranee al fatto. Ascoltati i proprietari, infatti, è emerso che avevano già denunciato il fenomeno di furto dell’indifferenziata, soprattutto di carta, alla Polizia locale di Avezzano e che anch’essa ha posto in essere delle indagini. Queste tabaccherie, che prevedono il gioco del lotto o la vendita di biglietti di varie lotterie, sono spesso oggetto di furto poiché c’è qualcuno che pensa di poter trovare dei biglietti vincenti tra i “Gratta e vinci” buttati da persone che non si sono accorte, o rese conto, di una possibile vincita.

Ad oggi le indagini sono ancora in corso per risalire ai responsabili che hanno buttato, illegalmente, i sacchi di immondizia in mezzo alla natura.