LIRIS: “PER IL GOVERNO CONTE IL SISMA 2009 NON È PRIORITÀ”

L’AQUILA – “Il Decreto Rilancio varato dal Governo Conte lo scorso mese di maggio, ed il recente Decreto Semplificazioni, evidenziano che la ricostruzione delle aree colpite dal sisma del 2009 non è una priorità nazionale” – lo dichiara l’Assessore Regionale Guido Quintino Liris, che ha tra le sue deleghe ha anche le aree interne e cratere.

Si avvicina la scadenza di fine anno e non è ancora definita la nuova programmazione delle risorse, come pure mancano risposte per il personale ancora precario impiegato nella ricostruzione e le semplificazioni burocratiche richieste dalle imprese, e neppure sono state inserite nel decreto le compensazioni per i bilanci degli enti locali “– prosegue Guido Liris – “ciò nonostante i proclami e le passerelle di esponenti del Governo sui nostri territori”.

Mi associo alle preoccupazioni manifestate pubblicamente dal Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e da tanti dei sindaci del cratere aquilano, che rischiano di essere lasciati soli in una battaglia che invece è ancora lunga e dura da portare avanti, quale è il completamento della ricostruzione e la piena ripresa socio-economica legata programma ReStart”.

Il Governo a guida 5 Stelle e PD – conclude l’assessore Liris –  rischia di azzoppare quel procedimento virtuoso che è stato a ragione definito “Modello L’Aquila”, attivato dal governo nazionale di centrodestra all’indomani del sisma del 6 aprile 2009 e che ha previsto risorse sino al 2032”.

 

COMUNICATO STAMPA